fbpx

Alibaba partner nel progetto contro la fame nel mondo

05/11/2018

 

Il gigante Alibaba collaborerà con il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite per affrontare uno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU: debellare la fame nel mondo utilizzando tecnologie avanzate. È quanto hanno dichiarato in una pubblicazione congiunta.

 

 

Il ramo del cloud computing di Alibaba, Alibaba Cloud, sfrutterà le sue capacità di big data per aiutare il WFP a costruire una “World Hunger Map” digitale per monitorare lo stato di fame nel mondo, e allo stesso tempo digitalizzare le operazioni complessive del WFP.

L’accordo è stato firmato sabato nella sede principale di Alibaba ad Hangzhou. “Alleviare la povertà globale e combattere la fame è la visione condivisa da Alibaba e da PAM”, ha affermato il presidente della Fondazione Alibaba, Sun Lijun.

“Non vediamo l’ora di unirci alla campagna globale di lotta contro la fame, utilizzando le nostre tecnologie innovative in data intelligence e cloud computing, oltre a condividere la nostra esperienza in Cina e nel mondo”.

 

Alibaba Cloud e WFP hanno detto che avrebbero creato un gruppo di lavoro di Digital Transformation per pianificare, eseguire e rivedere tale aggiornamento.

 

La World Hunger Map ha lo scopo di aiutare il WFP a migliorare la valutazione e il monitoraggio delle crisi per la fame in tutto il mondo di migliorare i tempi e le strategie di risposta, secondo il comunicato. Il progetto fa parte di una missione più ampia per dare al WFP un aggiornamento digitale sfruttando le tecnologie e le risorse di Alibaba Cloud.

Nel 2015 l’ONU ha fissato 17 obiettivi di sviluppo sostenibile per migliorare la qualità della vita di tutta l’umanità entro il 2030. Tra gli obiettivi: eliminare la fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e sviluppare un’agricoltura sostenibile – chiamato “obiettivo zero fame” – sono priorità per PAM.

Secondo il rapporto delle Nazioni Unite sullo stato di sicurezza alimentare e nutrizione nel mondo nel 2018, ci sono ancora quasi 821 milioni di persone che soffrono la fame e la malnutrizione.

 

“Ora abbiamo un grande alleato nella lotta contro la fame”, ha dichiarato il direttore esecutivo del WFP, David Beasley.

 

“Il supporto e l’esperienza di Alibaba – compreso il loro cloud computing, capacità avanzate di analisi dei dati e piattaforme online – aiuteranno il WFP a diventare ancora più efficiente ed efficace nel suo lavoro per invertire la tendenza alla crescente fame nel mondo.”

Fondato nel dicembre 2017, il Programma di libertà dalla povertà di Alibaba prevede di investire 10 miliardi di RMB in cinque anni, concentrandosi su istruzione, avanzamento del commercio rurale, emancipazione delle donne, assistenza sanitaria e sostenibilità ambientale.

Alibaba lo scorso agosto ha collaborato con il WFP per creare una rete di piccoli agricoltori ad Anhui, una provincia nella Cina orientale, direttamente collegata al mercato per ottenere prezzi migliori per i propri prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *