fbpx

Alipay si espande in Africa grazie a Flutterway

30/07/2019

 

Alipay e i servizi cinesi di pagamento digitale disponibili in Africa

 

 

Il colosso cinese dell’e-commerce Alibaba ha stretto una collaborazione con la start-up Flintwave di Silicon Valley e Lagos per fornire pagamenti digitali ai commercianti africani usando Alipay.

 

La partnership offre all’azienda con sede a Hangzhou l’opportunità di espandere la sua rete commerciale in Africa.

 

I partenariati tra operatori per il pagamento provenienti dalla Cina e dall’Africa sono diventati sempre più comuni in gran parte a causa dell’attività commerciale tra le due regioni, che ha raggiunto un valore di 200 miliardi di dollari lo scorso anno e si prevede che crescerà ulteriormente.

Le società affermate in Cina, un paese all’avanguardia nell’adozione dei pagamenti digitali, sono in grado di beneficiare del fiorente settore fintech africano e della rapida digitalizzazione delle imprese.

Grazie alla partnership, i 60.000 commercianti di Flutterwave saranno in grado di accettare Alipay come metodo di pagamento e sfruttare la presenza di oltre 1 miliardo di utenti sulla piattaforma, secondo il CEO Olugbenga Agboola.

Un portavoce di Alipay ha confermato l’accordo con Flutterwave senza rivelare ulteriori dettagli. Flutterwave offre soluzioni di pagamento per commercianti, fornitori di servizi di pagamento e banche africane.

L’API della start-up consente alle aziende e ai finanziatori commerciali di elaborare i pagamenti in tutto il continente in modo agevole ed economico. Tra i clienti ci sono Uber e Facebook.

 

Flutterwave guadagnerà entrate addebitando la commissione standard del 2,8% sulle transazioni internazionali.

 

La partnership ha seguito la partecipazione di Agboola al programma di e-Founders Fellowship nella regione di Alibaba. Flutterwave e Alipay non sono le uniche aziende fintech che mirano a sfruttare le crescenti attività di pagamento promosse dal commercio Cina-Africa.

La società africana Wapi Pay ha rivelato all’inizio di questo mese i piani per accelerare l’accettazione delle piattaforme cinesi, vale a dire WeChat Pay e Alipay, nel suo territorio, fornendo un gateway virtuale che collega 24 nazioni africane alla Cina entro due anni.

Anche l’istituto finanziario con sede in Kenya, Equity Bank, ha annunciato a marzo piani per rafforzare la presenza di servizi di pagamento cinesi in Africa. Negli ultimi due anni, Alipay si è fatto strada nel mercato africano attraverso partnership con fornitori di soluzioni come CoralPay e Zapper.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *