fbpx

Circa 16.500 nuove aziende si registrano in Cina ogni giorno

08/05/2019

 

Circa 16.500 aziende al giorno sono state registrate in Cina nel primo trimestre di quest’anno

 

Il crescente numero di nuove aziende che queotidianamente si registrano in Cina è  indice dello spirito innovativo e imprenditoriale del Paese. È quanto pubblicato dal People’s Daily.

 

I telefoni cellulari pieghevoli, le automobili automatizzate e i robot industriali intelligenti sono stati i principali nuovi prodotti di queste imprese e molti di loro hanno visto un “periodo di esplosione” di innovazione nei primi tre mesi.

 

Gli investimenti nell’ammodernamento tecnologico dell’industria manifatturiera cinese sono cresciuti del 16,9%, 10,6 punti percentuali in più rispetto all’investimento totale nel primo trimestre di quest’anno, dimostrando il forte desiderio e la capacità attiva delle aziende di concentrarsi sull’innovazione e accelerare la trasformazione industriale e il processo di aggiornamento.

Le società private hanno mostrato una forte dinamica di sviluppo nel primo trimestre del 2019 e il valore aggiunto delle imprese industriali private al di sopra delle dimensioni designate è aumentato del 10,6% su base annua, 4 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

 

L’importazione e l’esportazione di società private è aumentata del 9,9% nel primo trimestre, pari al 40,6% del totale, 2,3 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

 

Anche i SOE centrali hanno registrato una crescita costante degli utili nel primo trimestre del 2019, in quanto i loro ricavi operativi cumulativi sono aumentati del 6,3% su base annua a 6,8 miliardi di yuan ($ 1 trilione). I profitti combinati dei SOE centrali hanno registrato una crescita anno su anno del 13,1 percento a 426,5 miliardi di yuan ($ 63,5 miliardi) nel primo trimestre del 2019.

Il vigoroso sviluppo delle imprese è stato sostenuto dalla forte economia cinese, dalla vastità del mercato e dal miglioramento del contesto imprenditoriale, stando al rapporto citando la richiesta del presidente Xi Jinping di migliorare la competitività internazionale delle aziende cinesi e la capacità di resistere ai rischi.

 

A partire dal 1° gennaio, una serie di tagli fiscali su larga scala e riduzioni tariffarie hanno ridotto il peso delle imprese cinesi, in particolare delle piccole e micro imprese.

 

Circa 17,98 milioni di imprese hanno beneficiato dell’imposta sul reddito delle società e il 98% di esse erano imprese private. Molte aziende nei settori manifatturiero, dei trasporti e delle costruzioni hanno beneficiato anche della detrazione dell’aliquota IVA dal 1° aprile.

Il lancio della legge sugli investimenti esteri e la riduzione dell’elenco negativo per gli investitori stranieri hanno ulteriormente aperto il mercato cinese e facilitato l’accesso al mercato per le società internazionali, offrendo maggiori opportunità per le imprese internazionali.

 

Sono stati inoltre forniti maggiori aiuti finanziari per stimolare lo sviluppo dell’economia reale e i prestiti di moneta all’economia reale sono aumentati di 1,44 trilioni di yuan su base annua nel primo trimestre di quest’anno.

 

Con lo sviluppo ottimistico, le imprese cinesi sono molto fiduciose di avere un futuro prospero nonostante la pressione al ribasso e l’incertezza del contesto economico internazionale.

Le statistiche dell’ufficio nazionale mostrano che il PMI manifatturiero ufficiale era pari a 50,1 ad aprile e 50,5 a marzo, indicando che le attività commerciali nel settore manifatturiero si sono ingrandite per almeno due mesi consecutivi.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *