La Cina è il paese che stimola l’imprenditorialità, l’innovazione

07/09/2018

 

Il paese aggiornerà il suo programma per l’imprenditorialità di massa e l’innovazione al fine di rafforzare l’occupazione

 

 

I partecipanti alla riunione esecutiva del Consiglio di Stato presieduto dal premier Li Keqiang hanno appena deciso che la Cina apporterà aggiornamenti alla sua campagna per l’imprenditorialità e l’innovazione per promuovere il progresso tecnologico e stimolare la crescita industriale.

 

Saranno intraprese ulteriori iniziative per creare un ambiente più favorevole alle iniziative di imprenditorialità e innovazione.

 

Si prevedono quindi nuovi sforzi per semplificare ulteriormente l’amministrazione e la delega dell’autorità, rendendo più facile avviare nuove imprese e attività. Tali cambiamenti aiuteranno anche l’avanzamento delle riforme per semplificare l’eliminazione delle imprese defunte e formulare incentivi politici dettagliati per incoraggiare i ricercatori scientifici ad avviare le proprie innovazioni.

Inoltre sarà previsto in questo disegno il miglioramento del supporto politico e dei servizi per i lavoratori emigrati che ritornano nelle città d’origine o per gli ex-militari che desiderano impegnarsi in attività imprenditoriali.

“L’obiettivo alla base del potenziamento dell’imprenditorialità di massa e dell’innovazione è quello di rendere l’economia cinese più orientata all’innovazione e promuovere uno sviluppo di qualità superiore attraverso l’aumento dell’occupazione, in particolare l’occupazione per i laureati”, ha sottolineato Li.

 

Dal 2015, il governo ha introdotto una serie di incentivi per spingere l’imprenditorialità e l’innovazione a un livello più alto e ad una portata più ampia.

 

Con un ambiente migliore e entità diversificate per innovazione e imprenditorialità, è emerso un gran numero di team imprenditoriali d’eccellenza e molte aziende orientate all’innovazione sono cresciute rapidamente. La prima metà del 2018 ha visto una media di 18.100 nuove imprese registrate ogni giorno.

Giovedì è stata presa la decisione ufficiale che il sostegno finanziario per l’imprenditorialità e l’innovazione sarà rafforzato. Le imprese innovative con buone prospettive ma che non sono ancora redditizie saranno incoraggiate a diventare quotate in borsa e a richiedere finanziamenti.

I programmi pilota garantiranno ai ricercatori diritti o proprietà a lungo termine sui risultati scientifici o tecnologici legati al loro lavoro e si fornirà un compenso che coprirà i rischi di prestito nell’applicazione commerciale dei risultati.

 

Li ha sottolineato che, nell’intensificare l’impegno di massa per l’imprenditorialità e l’innovazione, è importante non solo assicurare lo slancio di crescita dei nuovi modelli di business, ma anche estendersi a campi più ampi.

 

“Il ruolo delle forze del mercato dovrebbe essere potenziato per accelerare lo sviluppo dell’uso industriale di Internet e favorire la sinergia con la produzione delle tecnologie smart e dell’e-commerce“, ha detto Li. “Dovremmo promuovere internet e i servizi pubblici per fornire più risorse di qualità alle persone.”

L’incontro ha anche parlato di sforzi per innovarsi nella supervisione del merito creditizio e sollecitare le aziende che operano per la condivisione di piattaforme economiche ad adempiere alle proprie responsabilità per garantire la sicurezza e la qualità del servizio.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *