fbpx

Mercato aeronautico cinese: forte interesse di Airbus, Boeing e Comac

23/09/2019

 

La Cina è ora il più grande mercato Airbus in termini di dimensioni della flotta con 1.779 dei suoi aerei in servizio

 

 

La guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti d’America non sembra spaventare Airbus, Boeing e Comac, che considerano positive le prospettive per il mercato aeronautico cinese nei prossimi due decenni.

Secondo le prospettive ottimistiche del colosso europeo Airbus, la Cina avrà bisogno di 7.420 nuovi aeromobili nei prossimi 20 anni. Una prospettiva positiva anche perché c’è da considerare la guerra commerciale Cina-USA e la messa a terra degli aerei Boeing 737 MAX 8.

George Xu Gang, CEO di Airbus China, ha dichiarato durante la settimana Aviation Expo China a Pechino, che la compagnia ha consegnato 93 aerei agli acquirenti della Cina continentale nei primi sette mesi di quest’anno. Inoltre, Xu ha affermato che la Cina è ora il più grande mercato Airbus in termini di dimensioni della flotta con 1.779 dei suoi aerei in servizio.

 

 

Un totale di 3.639 aerei erano operativi in ​​Cina alla fine del 2018

 

 

Per Airbus, nel corso degli anni, la Cina si è rivelata una miniera d’oro. Basti pensare che se circa due decenni fa gli aerei Airbus rappresentavano circa il 9% del mercato cinese, ora rappresenta circa la metà di questo mercato.

Airbus, inoltre, beneficia anche dell’attuale guerra commerciale USA-Cina. In quest’ottica, la società europea ha assorbito la quota di mercato del rivale americano Boeing, che potrebbe essere ulteriormente a rischio se la Cina decidesse di tagliare gli ordini.

Anche la Cina si sta avvicinando all’Europa. Basti pensare che il presidente Xi Jinping ha visitato la Francia all’inizio di quest’anno e subito dopo la Cina ha annunciato un massiccio ordine da $ 35 miliardi per 300 aerei Airbus.

 

 

Dopo l’incidente in Etiopia, la Cina è stata la prima al mondo a sbarcare il Boeing 737 MAX 8

 

 

Tuttavia, sebbene non vi fosse alcun segno di Boeing alla fiera dell’aviazione di tre giorni a Pechino della scorsa settimana, la compagnia americana condivideva le prospettive di crescita di Airbus, affermando che la Cina avrebbe avuto bisogno di 8.090 nuovi aerei entro il 2038.

Inoltre, le prospettive di crescita provengono anche dalla Commercial Aircraft Corporation of China (Comac), un produttore aerospaziale con sede a Shanghai, che ha affermato che la Grande Cina, compresi Hong Kong, Taiwan e Macao, avrebbe bisogno di 9.205 aeromobili entro il 2038.

Wu Guanghui, capo progettista del C919 di Comac, ha dichiarato di essere fiducioso sulle prospettive dell’azienda: “Comac non solo guiderà lo sviluppo dell’industria aeronautica cinese, ma anche la catena industriale globale“.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *