10.000 società finanziate all’estero si insediano a Pechino

11/01/2019

 

Le società finanziate all’estero sono diventate il principale motore dello sviluppo economico del Central Business District (CBD)

 

 

Il numero di società finanziate da fondi stranieri nel Central Business District (CBD) di Pechino ha superato la cifra di 10.000, secondo quanto appena riferito dal comitato amministrativo del CBD. Le società finanziate all’estero sono diventate il principale motore dello sviluppo economico dell’area, situata nel distretto di Chaoyang, stando a quanto hanno riferito fonti non identificate.

 

Un totale di 157 aziende di Fortune 500 hanno aperto uffici nell’area e 53 di queste costituiscono la sede centrale.

 

Tra tutte le imprese finanziate all’estero, la sede centrale ha svolto il ruolo più importante nello sviluppo del CBD, sempre stando a quanto hanno riferito le fonti. I quartier generali di società straniere, tra cui le imponenti Shell, Toyota Motors e Volkswagen, hanno contribuito per il 14% ai 128 miliardi di yuan (18,8 miliardi di dollari), il totale delle entrate fiscali dell’area nei primi 11 mesi del 2018.

Circondato da ambasciate straniere, dalla stampa e da organizzazioni internazionali, il CBD di Pechino ha formato un modello di sviluppo a tutto tondo, che coordina la finanza globale, le imprese di fascia alta e l’industria dei media.

La stesura di un piano d’azione triennale del CBD di Pechino è attualmente in corso, con l’obiettivo di attirare sempre più imprese di alto livello attraverso la riforma e l’ulteriore apertura del settore dei servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *