fbpx

Al via la prima Sino-Italian Innovation Town di Lishui

23/06/2020

Chic Group porta l’hitech italiano a Nanchino. Lishui punta a diventare un polo di riferimento nazionale e internazionale per la collaborazione Cina-Italia. Grande opportunità per le nostre aziende

E’ stato finalmente firmato l’accordo per la costruzione congiunta della Sino-Italian Innovation Town di Lishui. La cerimonia, avvenuta nel contesto della Nanjing Teck Well 2020, evento internazionale dedicato all’ innovazione, per lanciare un messaggio positivo di solidarietà economica reciproca tra i due paesi e di cooperazione internazionale negli ambiti della scienza, tecnologia, economia e cultura, vede la cooperazione tra la Nanjing Lishui Economic Development Zone e Chic Group. Entrambe le parti punteranno alla creazione di un parco industriale dedicato all’innovazione scientifico-tecnologica che sorgerà nel distretto di Lishui.

La Innovation Town è stata progettata interamente da Chic Group, colosso del real estate cinese e parte incaricata anche della fase di attrazione degli investimenti e dell’ operatività del progetto. Nanchino punta ora all’eccellenza hitech. Sfruttando pienamente l’expertise strategica italiana nel campo della scienza e della tecnologia, la Innovation Town li Lishui servirà laboratorio di collaborazione per lo sviluppo di scienza, tecnologia ed innovazione a Nanchino, capoluogo del Jiangsu ed uno dei main cluster produttivi della Repubblica Popolare.

Il progetto occuperà un’area di oltre 1,2 chilometri quadranti e sorgerà nei pressi del parco ecologico del lago Sanshan, sfruttando anche una posizione strategica per l’accesso ai trasporti e alle vie di comunicazione.

Come dichiarato alla stampa, il progetto rientra nell’ambito della Belt and Road Initiative, ed ha come pilastri cono solo la collaborazione bilaterale sino-italiana, ma anche i cosiddetti “Four New”: new technology, new industry, new commercial activities, new systems.

La costruzione del Sino-Italian Innovation Town prenderà forma entro il 2025 e questa si impegnerà a costruire una città intelligente di rilevanza nazionale che integri risorse dedicate alla ricerca & sviluppo, con il supporto di servizi, spazi per uffici e aziende, ma anche lifestyle, attività di leisure e intrattenimento, favorendo l’integrazione di talenti internazionali, rendendola una smart city che soddisfi le loro esigenze sia lavorative, che di istruzione e tempo libero.

“l’Italia è stata gravemente colpita dalla pandemia e le industrie devono urgentemente trovare la via di uscita dalla crisi nei mercati esteri. Allo stesso tempo, la Cina sta adottando molteplici misure per promuovere attivamente i consumi”, ha commentato Marcello Tsai, ceo di Chic Group.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *