fbpx

Alibaba Cloud lancia il “CITY BRAIN” in Malesia

30/01/2018

Alibaba Cloud ha lanciato lunedì il suo progetto City Brain basato sull’intelligenza artificiale, partito in Malesia per aiutare il governo del paese a gestire meglio le aree urbane e rendere le sue città “intelligenti”. È stato il primo di Alibaba Cloud al di fuori della Cina. City Brain è utilizzato in sei città del Dragone, tra cui Hangzhou e Suzhou, e si appoggia alla grande potenza di calcolo e le capacità di elaborazione dei dati di Alibaba Cloud per guidare il processo decisionale, apportando miglioramenti in aree quali i flussi di traffico e le emergenze.

In Malesia, il City Brain sarà utile nella capitale Kuala Lumpur, dove le informazioni in tempo reale raccolte da fonti come videocamere su strada ottimizzeranno il tasso di variazione dei segnali stradali, individueranno gli incidenti stradali e la via più rapida per i veicoli d’emergenza per arrivare nel più breve tempo possibile.

Man mano che il suo uso si espande, le istituzioni di università e le imprese private, startup ed imprenditori, saranno in grado di accedere e sfruttare il cervello di City Brain per promuovere le proprie innovazioni, stando a quanto dichiarato da Alibaba Cloud in una nota. “Il cloud computing, la tecnologia dei dati e l’intelligenza artificiale sono diventati strumenti fondamentali per consentire a tutte le aziende e le organizzazioni di operare in modo efficace”, ha dichiarato Simon Hu, presidente di Alibaba Cloud.

“Attraverso il programma, miriamo a responsabilizzare tutti gli attori malesi nel settore pubblico e privato grazie agli strumenti per migliorare l’efficienza, promuovere l’innovazione e avere successo nell’era digitale”. Il lancio è stato fatto in collaborazione con la Malesia Digital Economy Corporation, l’agenzia per lo sviluppo dell’economia digitale del Paese, e Dewan Bandaraya Kuala Lumpur, il consiglio comunale della capitale.

Fa parte di una spinta più ampia della Malesia per digitalizzare la sua economia attraverso la tecnologia cloud e l’intelligenza artificiale. “La collaborazione con Alibaba Group è un altro passo avanti verso la digitalizzazione della Malesia, dove traspaiono la condivisione delle conoscenze e il crossover delle migliori pratiche”, ha dichiarato Dato Yasmin Mahmood, CEO di MDEC. “Mentre ci concentriamo sul futuro, siamo entusiasti delle prospettive che questa partnership porterà alla nostra comunità e dei benefici per i malesi grazie ai risultati tangibili delle soluzioni digitali”.

Alibaba Cloud ha anche dichiarato che la Malesia ospiterà il proprio programma Big Data di Tianchi, una piattaforma di crowd-intelligence lanciata dalla compagnia per riunire esperti per trovare soluzioni ai problemi del mondo reale. Sostenuto da MDEC, il programma Malesia fornirà tecnologia di intelligenza dei dati e funzionalità AI a 500 professionisti di dati e 300 startup in due anni e consentirà loro di impegnarsi con circa 120.000 sviluppatori e 2.700 istituti accademici e aziende di 77 paesi e regioni. In tal modo, gli esperti malesi competeranno e impareranno dalle controparti di tutto il mondo a sviluppare la migliore tecnologia di dati, mantenendo la Malesia all’avanguardia nell’economia digitale globale.

L’annuncio di lunedì è stato l’ultimo di una partnership tra Alibaba Group e il paese del sudest asiatico che si è sviluppato costantemente nell’ultimo anno. Lo scorso marzo, le due parti si sono impegnate a lanciare il primo e-hub d’oltremare, la Electronic World Trade Platform, che è approdata online a novembre. Novembre ha anche visto un rivoluzionario polo logistico di e-commerce regionale sviluppato da Malaysia Airports Holdings e Cainiao, affiliata logistica di Alibaba, tramite una joint venture. A ottobre, Alibaba Cloud ha aperto un centro dati in Malesia, che è diventato la prima piattaforma Cloud pubblica internazionale nel paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *