Alibaba incentiva i marchi canadesi a vendere su Tmall

16/05/2018

Alibaba si impegna nel commercio con le piccole imprese canadesi, l’e-commerce del Dragone potrà diventare una risorsa anche per il Made in Italy?

 

 

Alibaba ha appena concluso la tappa canadese del suo roadshow nordamericano a Vancouver ospitando l’ultimo di una serie di workshop volti ad aiutare le aziende canadesi a vendere in Cina.

L’evento, seguito da altri due a Montreal e Toronto all’inizio della settimana, ha presentato Tmall Global di Alibaba come piattaforma transfrontaliera B2C di lancio per i commercianti canadesi che cercano di attingere al mercato dei consumatori cinesi.

Tmall, perfetta per commercializzare con l’estero, prevede di toccare 2 trilioni di dollari di nuovi consumi entro il 2021. “Il Canada ha un’abbondanza di prodotti, oltre che di esperienze, che i consumatori cinesi vogliono, interessati anche alle categorie del cibo fresco, dei viaggi e del turismo“, ha affermato Steve Wang, direttore generale di Alibaba North America.

 

“Vogliamo portare prodotti canadesi di alta qualità ai consumatori cinesi e portare i turisti cinesi all’esperienza del Canada”, ha affermato Wang.

 

L’anno scorso Alibaba ha ospitato Gateway Canada, a Toronto, per mostrare i numerosi canali attraverso i quali i commercianti del paese potevano raggiungere quei consumatori, tra cui soluzioni multiple per le piccole imprese, marchi più grandi, prodotti alimentari freschi e agricoli, oltre all’industria dei viaggi e del turismo.

Con la partecipazione di oltre 3.000 persone, l’evento ha visto le dichiarazioni chiave del fondatore di Alibaba, Jack Ma, e del primo ministro canadese Justin Trudeau. “Creare un futuro prospero richiede una rete di partnership strategiche.

L’evento di oggi segna l’inizio di quella che spero sarà una nuova era di partnership con Alibaba e Tmall Global”, ha affermato l’on. Bruce Ralston, Ministro del lavoro, commercio e tecnologia della British Columbia.

Sfruttando le capacità analitiche e la tecnologia di Alibaba, Tmall Global offre ai venditori esteri intuizioni su comportamento e preferenze di acquisto dei consumatori cinesi, offrendo ai venditori maggiore chiarezza e fiducia nel targeting del mercato cinese.

 

Diversi marchi canadesi, come SunRype, Summerhill Pyramid Winery, Citadelle e Viva Naturals stanno già vendendo con successo in Cina attraverso la partnership con Tmall Global.

 

Altri brand, come la società di abbigliamento outdoor Arc’teryx e la catena di gioielli Lugaro, hanno anche ampliato la loro presenza in Cina lanciando flagship store sul sito commerciale B2C di Alibaba, Tmall.

“Alibaba è la piattaforma ideale per tutti i nuovi marchi che avviano attività in Cina”, ha affermato Arvin Wang, direttore di Sinova Group. Sinova possiede JustOrder, una società che aiuta le imprese straniere ad entrare nel mercato cinese e che collabora con Tmall Global dal 2016.

“È un potente ecosistema in Cina e può coprire varie necessità dei marchi, come il branding, il marketing, la gestione della supply chain”, ha detto Wang. Se si pensa ai settori canadesi di attrazione per il Dragone, come il cibo fresco e il turismo, ma anche ai brand canadesi che hanno già riscontrato benefici nel mercato cinese, è facile concludere che anche per numerosi brand italiani l’e-commerce cinese rappresenterebbe una risorsa in cui investire.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *