fbpx

Alibaba supera se stessa: $38 miliardi per il Double 11 2019

11/11/2019

Kaola e il cross-border e-commerce spingono in alto le vendite di Alibaba durante il Singles Day. Buone le performance di JD che bissa il record dell’anno scorso. Lazada si conferma nel Sud-est asiatico

 

Nella giornata di oggi il gigante e-commerce cinese ha surclassato i numeri dell’edizione 2018 del suo Global Shopping Festival, meglio noto come Singles Day o Double 11. Ideato nel 2009 dal fondatore Jack Ma, il Double 11 è divenuto ben presto uno degli appuntamenti e-commerce più importanti a livello mondiale. Quest’anno come non mai, il colosso di Hangzhou ha avuto un inizio a dir poco incredibile.

La piattaforma è riuscita a registrare vendite per $1.43 miliardi in meno di un minuto, 29 secondi in meno rispetto il 2018. Inoltre, in circa 12 minuti, Alibaba ha chiuso vendite per $7.15 miliardi. Dopo poche ore, la cifra era più che triplicata raggiungendo i $22.63 miliardi, mentre, dobbiamo ricordare, che la stima totale della revenue dell’edizione 2018 è stata di $31 miliardi.  E la logistica? In 10 ore Cainiao ha dovuto spedire oltre 812 milioni di pacchi.

 

 

Quattro le parole chiave per capire questo Double 11 2019: live-streaming, cross-border e-commerce, green 11.11 e global reachGiappone, Stati Uniti, Australia, Germania, Regno Unito, Francia, Italia, Canada e Nuova Zelanda rientrano nell’ordine nella top 10 chart dei consumatori di Alibaba per quanto riguarda i prodotti cross-border venduti su Tmall Global. Analizzando a fondo i dati, è possibile anche  fare una stima dei top brand preferiti dai netizen del Dragone. 

 

Cresce la domanda per i beni di importazione. Un trend anche in questo Double 11 come evidenziato dai dati dei pre-ordini. 

 

Come riportato da Alibaba, quest’anno Tmall Global ha garantito l’accesso al mercato cinese ad oltre 620 mila nuovi articoli, prodotti da più di 20 mila marchi provenienti da 78 paesi. In una sola parola, è stata l’edizione del cross-border e-commerce. Novità assoluta di quest’anno è stata infatti la partecipazione della piattaforma cross—border e-commerce Kaola, recentemente acquisita dal colosso di Hangzhou.

 

 

Kaola ha infatti portato un portfolio di 10 mila marchi internazionali di eccellenza, motivo per il quale non deve sorprendere che le pre vendite dei beni d’oltremare hanno registrato un incremento del 113% rispetto l’anno scorso. A guidare il trend sono essenzialmente due categorie merceologiche, il settore beauty e maternità-prima infanzia. 

 

Sfida superata per Cainiao. Il ramo logistico di Alibaba ha dovuto smistare oltre 812 milioni di di ordini dopo sole 10 ore: IA e AGV il segreto del successo.

 

Come da previsione, quest’anno, Cainiao è riuscita ha garantire rapidità e precisione nelle consegne. Per prepararsi alla mole di consegne, Cainiao ha sviluppato una serie di iniziative supportate dall’introduzione di tecnologie avanzate, che le hanno fatto vincere la sfida.

Cainiao ha recentemente aperto il più grande magazzino automatizzato in Cina, nella città orientale di Wuxi, Jiangsu. Questo fa parte del primo Future Park dell’azienda, un complesso logistico gestito da applicazioni Internet of Things, big data, edge computing e intelligenza artificiale per aumentare l’efficienza nel processo di spedizione.

 

 

Alimentato dalla connettività IoT, Cainiao utilizza 700 robot dalla guida automatizzata (AGV) per evadere gli ordini. Il sistema intelligente indirizza autonomamente gli AGV a guidare, caricare e scaricare le merci, mentre in contemporanea pianifica i percorsi migliori per distribuire i pacchi ed evitare la collisione.

“I robot consentono di processare il 50% in più di ordini entro un determinato periodo di tempo rispetto a un magazzino tradizionale”, ha dichiarato Cainiao. Ad ulteriore supporto c’è anche il programma Sky Eye, un sistema di monitoraggio video basato su cloud che è stato utilizzato dai partner logistici di Cainiao per l’11.11 di quest’anno.

 

Buoni i dati di JD. La piattaforma di Pechino si conferma “eterno secondo”, ma riesce comunque a surclassare il record del 2018.

 

Inoltre, l’11.11 di quest’anno sarà più ecologico che mai. Come annunciato alla vigilia da Alibaba, Cainiao ha collaborato con i suoi partner per creare 75.000 centri di riciclaggio per consentire ai consumatori di consegnare scatole di cartone e imballaggi, oltre a fornire servizi di ritiro pacchi vuoti a Pechino, Shanghai , Guangzhou, Shenzhen e Hangzhou per il riutilizzo o il riciclaggio. Inoltre la compagnia ha fissato come termine ultimo  il 20 novembre come giornata “incentrata sul riciclaggio degli imballaggi in cartone”.

Come Alibaba ha convinto i suoi utenti? Il colosso e-commerce è riuscita a trasformare il riciclaggio in un gioco.  Alibaba ha infatti dato la possibilità a chiunque riciclasse di collezionare “hongbao”, coupon e altre gadget spendibili su Alibaba. Tmall ha anche ospitato programmi speciali di “permuta” per consentire ai consumatori di sostituire oltre 40.000 dispositivi elettrici e usati Prodotti digitali di 250 marchi per quelli nuovi, per ridurre le risorse inutilizzate per ogni famiglia.

Infine, buona la performance di JD. La piattaforma di Pechino si conferma “eterno secondo”, ma riesce comunque a surclassare il record del 2018. La compagnia a metà giornata registra infatti ordini per oltre $23 miliardi.

 

 

Tags:

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *