fbpx

Alipay lancia il mini-programma per facilitare il servizio taxi all’estero

10/06/2019

 

Il servizio permetterà di incrementare il business dei viaggi e facilitare il pagamento del taxi tramite una sola app per gli utenti cinesi in viaggio per il mondo

 

 

Alipay, la più grande piattaforma usata per effettuare pagamenti in Cina, ha lanciato un nuovo mini-programma che integra servizio taxi online collegato a cinque piattaforme estere, tra cui quella nel sud-est asiatico, Grab, presente in 10 paesi e 33 città.

 

Il nuovo mini-programma consente agli utenti di Alipay, per lo più turisti cinesi, di utilizzare i servizi taxi in dieci paesi, tra cui Regno Unito, Stati Uniti, Australia, Singapore, Tailandia, Vietnam, Emirati Arabi, Malesia, Indonesia e Filippine, utilizzando preferibilmente valuta cinese nel pagamento tramite Alipay.

 

Con questo nuovo mini-programma, i turisti cinesi possono utilizzare i loro account Alipay per accedere all’aggregatore Splyt, una start-up con sede nel Regno Unito, senza bisogno di scaricare altre app e creare account diversi su piattaforme diverse.

Tuttavia, le app per il ride-sharing attualmente disponibili per gli utenti Alipay in base all’accordo con Splyt, sono limitate a Grab, la ditta israeliana Gett, la statunitense Uber-challenger Lyft, l’estone Taxify e Careem dal Medio Oriente. In particolare, grandi attori come Uber, Ola e Go-Jek sono ancora assenti dal mini-programma di Alipay.

 

“Gli utenti non vogliono usare 100 app diverse. Questo nuovo mini-programma per prenotare il taxi permette di cercare, prenotare e pagare la corsa in taxi nella valuta nativa degli utenti”, ha detto Kiki Wu, direttore del Business Development di Alipay’s Cross-Border Business.

 

Il CEO di Splyt, Philipp Mintchin, ha dichiarato che la collaborazione con Alipay potrebbe aiutare a sostenere il turismo locale in tutto il mondo, dato che il numero di turisti cinesi continua a crescere ogni anno.

“Siamo lieti di lanciare questa collaborazione pionieristica con Alipay per facilitare i viaggi all’estero dei suoi utenti”, ha affermato. Secondo il programma Alipay, questo mini-programma potrebbe innestare l’ulteriore sviluppo del servizio taxi in più di 20 paesi e regioni entro fine 2019.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *