fbpx

Alipay vuole avere 10 milioni di punti vendita collegati in Europa

20/11/2019

Il nuovo piano strategico del braccio fintech di Alibaba prevede l’ampliamento della collaborazione con il gigante dei pagamenti europei Worldline

 

Alipay punta al Vecchio Continente e progetta un’espansione in dieci milioni di esercizi commerciali. Questo l’obiettivo che il braccio fintech di Alibaba si è prefissato per i prossimi cinque anni. “La nostra crescita è stata possibile solo grazie alla rete di partner che abbiamo creato e, lavorando insieme, renderemo più facile per chiunque fare business ovunque”, ha sottolineato Eric Jing, presidente e ceo di Ant Financial in occasione dell’Alipay Partner Summit 2019 a Londra. 

Il piano strategico prevede in primis un approfondimento della collaborazione con il colosso dei pagamenti europei Worldline, il che permetterà di incrementare enormemente il traffico di acquisti accettando pagamenti da tutta l’Asia. Inoltre è prevista una nuova iniziativa per servire i negozi degli aeroporti di tutto il mondo attraverso mini-programmi in-app, lanciati ufficialmente a luglio 2018, aprendo il servizio a programmatori e imprese indipendenti per creare interessanti e utili app semplificate.

 

 

Ad oggi Alipay collabora con oltre 120 istituti finanziari solo in Europa ed ha stretto partnership con agenzie di viaggio e altri fornitori di servizi per i turisti cinesi. Attualmente, insieme a WeChat Pay, è lo strumento di pagamento più diffuso in Cina e conta e supporta oltre 1,2 miliardi di utenti insieme a partner di e-wallet locali in tutta l’Asia. Giappone, Corea, Thailandia, Malesia, Filippine, Indonesia, India, Bangladesh e Pakistan sono alcuni dei paesi dove Alipay è presente.

Alipay punta tuttavia ad abbracciare anche i consumatori occidentali. Di recente la piattaforma ha aperto i propri servizi ai viaggiatori stranieri in Cina. Secondo l’azienda i turisti potranno scaricare ed utilizzare l’applicazione durante il soggiorno ed il tutto sarà molto semplice. Basterà essere in possesso di un cellulare estero , del visto e di una carta di credito per iscriversi al “Tour Pass” di Alipay, miniprogramma studiato per il viaggiatore di passaggio in Cina che si basa su carta prepagata fornita dalla Bank of Shanghai, collegata all’account Alipay del turista.  L’utente potrà effettuare delle ricariche da un minimo di 100 yuan (circa 13 euro) sino ad un massimo di 2.000 yuan, pari a circa 258 euro).

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *