fbpx

All’Università di Fudan nasce un materiale visibile al buio

10/08/2019

 

Scienziati cinesi e statunitensi inventano una pellicola notturna che cambia colore al buio

 

 

Scienziati dalla Cina e dagli Stati Uniti hanno inventato un materiale capace di cambiare colore e brillare e durante la notte, che potrebbe essere utilizzato nella creazione di segnali stradali a beneficio di conducenti e pedoni.

 

Lo studio pubblicato venerdì sulla rivista Science Advances ha descritto la pellicola ad alta efficienza energetica ed economica come capace di riflette i colori.

 

È brillante, visibile da più angolazioni quando illuminata dalla luce bianca. La pellicola è costituita da microsfere polimeriche stese sul lato adesivo di un normale nastro trasparente.

Quando la luce bianca illumina il materiale, di notte, alcuni possono vedere un unico colore stabile riflesso all’indietro, mentre altri vedono notare il variare dei colori, a seconda dell’angolazione, del punto da cui si osserva e se la sorgente luminosa si sta muovendo.

 

I ricercatori dell’Università di Fudan e dell’Università di Buffalo hanno creato un segno di limite di velocità con lettere e numeri tratti dal nuovo materiale.

 

Hanno istallato una luce bianca nelle vicinanze per illuminare il cartello e quando un’auto in rapido movimento lo ha superato, il colore delle forme sul cartello è sembrato muoversi dalla prospettiva del guidatore, mentre l’angolo di visione del guidatore cambiava.

Il team che si è occupato della creazione di questa pellicola, ha anche applicato il nuovo materiale agli indicatori che fiancheggiano una strada per delimitare la corsia di guida. Mentre una macchina si avvicinava, gli indicatori si illuminavano con colori stabili e luminosi, riflettendo la luce dei fari del veicolo.

 

Ma per un pedone in piedi sul lato della strada, il colore degli indicatori sembrava tremare mentre l’auto e i suoi fari passavano veloci, secondo l’esperimento riportato.

 

La pellicola è in grado di resistere all’immersione subacquea e alle temperature estreme che vanno da meno 196 a 100 gradi Celsius. Wu Limin, co-autore del giornale che ha pubblicato l’invenzione e professore di scienze dei materiali all’Università di Fudan, ha detto ai media cinesi che tale pellicola può essere utilizzata per i cartelloni pubblicitari, per la sicurezza stradale e negli strumenti anti-contraffazione.

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *