fbpx

Fashion in Cina: Furla attiva lo store su TMall

30/08/2017

 

Sito ufficiale o piattaforma TMall? Per i big del lusso la scelta sembra essere sempre più ovvia

 

Se guardiamo il sito ufficiale di Furla troviamo 36 lingue diverse disponibili. Ma sono solo 26 i paesi nei quali è possibile usufruire del servizio di acquisto online. E non ci sorprenderemo nel notare che Cina e Hong Kong non sono tra questi paesi. Qual’è dunque il canale usato dal celebre luxury brand italiano per vendere i propri prodotti in Cina? Ovviamente parliamo di TMall, la principale piattaforma di vendita online al dettaglio leader a livello nazionale in Cina, e recentemente scelta da molti brand nel settore fashion e luxury.

Il brand, non avendo iniziato sin da subito con l’apertura di negozi fisici ed attività promozionali, si è sempre nascosto dietro un velo di mistero al pubblico cinese, tant’è che molti consumatori cinesi – specialmente il target più giovane – non sapevano nemmeno che si trattasse di un brand del cosiddetto “light luxury”, ossia prodotti di lusso e di qualità che però hanno prezzi relativamente abbordabili per un alto numero di consumatori. Quando il brand ha iniziato ad avere popolarità tra i consumatori il posizionamento di prezzo  ha contribuito a generare un certo interesse per l’azienda. Con molte probabilità questa condizione potrebbe fare la differenza per Furla sul mercato cinese.

 

TMall e il mondo del lusso: moda passeggera o trend di lungo periodo?

 

La rapida crescita di TMall sta portando la piattaforma a diventare sempre più spesso la prima scelta per i brand di lusso, fra tutte le piattaforme di e-commerce disponibili nel mercato. Al momento, però, c’è ancora una presenza relativamente scarsa di brand di light luxury che vendono tramite flagship su TMall. In questo caso, la piattaforma è in grado senza dubbio di offrire a Furla un ampio numero dei giovani consumatori, i quali sono il pubblico di riferimento principali dei brand di questa fascia.

Non va dimenticato che TMall idea ed organizza numerose iniziative ed attività promozionali per i brand presenti nella piattaforma: un esempio è il lancio di pop-up store online – chiamati TMall Space – che permettono ai brand di attirare un numero sempre maggiore giovani consumatori tramite attività promozionali e offerte limitate.

Quindi TMall si è presentata come la migliore soluzione disponibile per accedere in modo efficace nel mercato locale cinese. L’unica domanda che possiamo farci è: quale sarà il prossimo brand del lusso che deciderà di lanciarsi su una piattaforma di e-commerce per aggredire il mercato cinese?

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *