fbpx

Apre a Chengdu l’avveniristico “No-fashion” shop, il “non store” di Vip.com

21/09/2017

Vip.com, il terzo sito di shopping online più popolare in Cina ha aperto un pop-up store a Chengdu, capitale della Provincia del Sichuan, nel centro commerciale Yintai. Si tratta di un negozio temporaneo, ma altamente tecnologico che occupa complessivamente 300 metri quadri di superficie ed aperto al pubblico solo per tre giorni. Lo scopo è quello di mostrare ai consumatori cinesi un’esperienza di acquisto “offline” a dir poco futuristica. Infatti, il negozio è dotato di vari sistemi all’avanguardia come occhi virtuali per la misurazione istantanea delle taglie, un personal shopper e camerino hi-tech virtuale, nonché l’uso del metodo di pagamento tramite riconoscimento vocale. Un vero viaggio nel futuro. Un impianto laser sito all’ingresso del negozio memorizza le misure del cliente appena varcata la soglia, per provare l’abito desiderato basterà quindi mettersi davanti allo “specchio magico” digitale 3D che, collegato al sistema intelligente di background, sarà in grado di proporre i modelli selezionati con le taglie giuste. Il tutto assistito da un personal shopper digitale, Siri, che sarà sempre disponibile per ogni eventuale dubbio riguardo al modello scelto. Una volta deciso il capo, basterà effettuare il pagamento con il riconoscimento vocale e il prodotto acquistato potrà essere recapitato a casa comodamente attraverso la spedizione.

 

Due tematiche diverse al giorno

“No Fashion” ha proposto per i suoi clienti tre giornate di puro divertimento focalizzate sulla scoperta delle nuove tendenze del momento che, come dice il nome del negozio stesso, non ruotano necessariamente intorno al mondo della moda. Sport in Autunno, Lazy, Mix, Sweet, Vintage e stile artistico sono le tematiche fino adesso affrontate. Non solo shopping che soddisfi gli occhi, ma anche gelati Magnum e cocktails a base di champagne per soddisfare i palati di tutti. In questo “shop non shop” l’attenzione è stata rivolta anche alle attività di educazione ambientale come la “giornata dello sport” sponsorizzato da Mobike nello stand dedicato dal colosso di bikesharing cinese per sensibilizzare i consumatori ad una maggiore responsabilità e attenzione alle questioni ambientali.

In realtà da quando Alibaba ha lanciato il concetto di “New Retail”, numerosi operatori dell’e-commerce cinese hanno deciso di fare il loro ingresso nel mercato offline attraverso diverse iniziative commerciali. Tra queste, l’apertura di un pop-up store è risultata la scelta più gettonata. I molteplici vantaggi come il minor tempo e costo organizzativo, l’elevata capacità di attirare i clienti e la sua rapida diffusione dell’immagine del brand hanno reso questa tipologia di store il canale preferito dai principali player dell’e-commerce cinese per approcciare il mercato off-line. Già nella scorsa primavera si era parlato della probabile apertura di una boutique con il logo Vip.com, ma le voci di corridoio vennero smentite dall’azienda stessa. A settembre l’inaugurazione del “No-fashion” store,  che Vip.com abbia varcato la soglia nel mercato offline?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *