In aumento le operazioni cinesi di fusione e acquisizione in uscita

11/10/2018

 

Si prevede un aumento delle operazioni di fusione e acquisizione delle aziende internazionali in Cina, verso una ancora più forte integrazione con il mercato globale

 

 

Bain & Company, una società di consulenza internazionale, ha previsto un forte aumento a breve termine delle operazioni cinesi di acquisizione e fusione in uscita, per accedere al mercato globale.

Zhou Hao, partner della società, ha appena dichiarato che negli ultimi anni le attività di M & A (Merger and Acquisition) cinesi in uscita stanno vedendo un sempre più veloce incremento.

 

I settori in crescita sono quelli dell’alta tecnologia, media, telecomunicazioni, nuove energie, consumi, assistenza sanitaria e vendite al dettaglio e Hao ha predetto che tali campi saranno sempre più in affari in futuro.

 

A medio e lungo termine, i principali settori di M & A in uscita dal grande potenziale sono l’industria basata su Internet, nuove energie e servizio pubblico, ha continuato Zhou, precisando anche che aree di questo tipo si sono misurate con alte barriere che hanno costretto le aziende cinesi a guardare i mercati oltreoceano per avere un piano solido.

“Tuttavia, settori tradizionali come gli immobili vedranno un calo delle operazioni di fusione e acquisizione cinese”, ha detto Zhou. Secondo Bain & Company, l’attività cinese di M & A in uscita ha rappresentato oltre la metà del 40% delle operazioni nell’area Asia-Pacifico dal 2015 al 2017, nonostante il forte calo nella prima metà del 2018.

Stando alla ricerca di Bain & Company, il calo delle attività di M & A all’estero è stato causato da una serie di fattori, tra cui il deprezzamento della valuta, la preoccupazione per le incertezze del commercio globale, le restrizioni sugli investimenti in Stati Uniti, Germania, Australia e altri mercati, nonché l’attento monitoraggio degli investimenti in uscita dal governo cinese.

 

Zhou ha spiegato che la situazione M & A sarà più complicata nella prossima metà del 2018, in quanto il mercato globale porta molte incertezze.

 

Il rapporto afferma che il numero di imprese private che acquisiscono oltreoceano sta crescendo molto più rapidamente rispetto alle acquisizioni effettuate da società di proprietà statale e si aspetta l’aumento di accordi volti a catturare nuove capacità necessarie per far crescere il business in Cina e per accedere al mercato globale.

“Le aziende cinesi che cercano di acquisire oltre i confini della Cina si concentrano sul raggiungimento di doppi obiettivi, vincendo in patria ed esportando all’estero, il che consente loro di rafforzare la propria posizione competitiva interna e contemporaneamente di posizionarsi per l’espansione globale, specialmente nei mercati in via di sviluppo”.

Lo ha affermato Phil Leung, partner di Bain & Company. “Questa ultima fase di M & A sta aiutando le aziende cinesi a conquistare quote di mercato in utility, costruzioni e attività su Internet in paesi come Brasile, India e Indonesia; sebbene l’Europa e il Nord America restino i principali territori interessati”, ha aggiunto.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *