fbpx

BYD, gli e-bus cinesi entrano nel mercato europeo

15/07/2019

 

Gli autobus elettrici sono penetrati in oltre 70 città di oltre 20 paesi europei, tra cui Paesi Bassi, Regno Unito, Francia, Spagna e Svezia

 

 

La casa automobilistica cinese BYD si è classificata al primo posto tra i marchi di bus elettronici in Europa, occupando oltre un quinto della quota di mercato. Gli autobus elettrici prodotti dalla casa cinese, un’alternativa ampiamente accettata nello sviluppo ecocompatibile, sono penetrati in oltre 70 città di oltre 20 paesi europei, tra cui Paesi Bassi, Regno Unito, Francia, Spagna e Svezia.

Tre autobus elettrici al 100% sono stati recentemente consegnati a Beauvais, Dunkerque e Orléans in Francia. Questo rappresenta un altro passo compiuto dal paese transalpino per la diffusione a emissioni zero in tutto il paese.

La Francia, del resto, vanta un sistema di trasporto pubblico altamente sviluppato e il più grande mercato di veicoli elettrici in Europa.

 

 

BYD ha investito 10 milioni di euro per la costruzione della seconda fabbrica di bus elettronici in Europa

 

 

All’inizio del 2014, la RATP, la più grande azienda di trasporti pubblici in Europa, si è impegnata con il piano bus 2025, un progetto per convertire quasi 4.500 veicoli diesel in autobus ad alimentazione elettrica nella regione parigina.

In poco tempo, BYD ha colto l’opportunità di questo ambizioso piano e ha stabilito la sua fabbrica in Francia. Una scelta coraggiosa ed importante, come sottolineato da Leevon Liyun Tian, ​​amministratore delegato di BYD France SAS.

Tian ha aggiunto che nel marzo 2017, la società ha investito 10 milioni di euro per la costruzione della seconda fabbrica di bus elettronici in Europa. Le fabbriche saranno dotate di centri di assistenza post-vendita e di centri logistici di componenti.

 

 

La batteria al fosfato di ferro di litio di BYD può essere utilizzata per 12-15 anni

 

 

BYD è l’unica azienda al mondo ad avere la tecnologia principale di controllo elettrico, producendo batterie e macchinari elettrici. Può sviluppare così come produrre nuove auto energetiche e impianti di ricarica, ha specificato Tian.

La batteria al fosfato di ferro di litio di BYD può essere utilizzata per 12-15 anni prima di essere sostituita. Un veicolo può percorrere circa 250 chilometri con una singola carica e sostanzialmente riduce l’inquinamento acustico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *