fbpx

ByteDance, ecco ByteAir: l’algoritmo di raccomandazione

01/10/2019

 

ByteDance avrebbe raggruppato i suoi algoritmi di raccomandazione in un sistema di soluzioni, rendendolo disponibile per le aziende esterne

 

 

ByteDance, la startup più preziosa della Cina, starebbe mettendo a punto il suo algoritmo di raccomandazione basato sull’intelligenza artificiale, da vendere anche ad aziende terze. La mossa rientrerebbe tra gli sforzi intensivi del gigante tecnologico per estendere i suoi tentacoli nel settore dei servizi aziendali, secondo TechPlanet locale.

ByteDance, con sede a Pechino, è nota per le sue app orientate al consumatore, tra cui l’aggregatore di notizie Jinri Toutiao e TikTok. L’ingrediente segreto che si cela dietro l’ascesa di Toutiao e TikTok, sarebbero proprio gli algoritmi di raccomandazione intelligenti, progettati da ByteDance per aumentare la viscosità dell’utente attraverso la raccomandazione di informazioni, come articoli (Toutiao) e brevi video clip (TikTok).

ByteDance, secondo lo stesso rapporto di TechPlanet, avrebbe raggruppato i suoi algoritmi di raccomandazione in un sistema di soluzioni, soprannominato ByteAir, rendendolo disponibile per le aziende esterne.

 

 

Il sistema si collegherà al database di un cliente aziendale

 

 

Il sistema di raccomandazioni di ByteAir funziona in modo simile agli algoritmi che hanno garantito il successo di TikTok. Questo imparerà a comprendere le preferenze di un utente e quindi a consigliare l’articolo più adatto, sia esso un articolo o un video clip online, una campagna o un articolo di e-commerce.

In parole povere, il sistema si collegherà innanzitutto al database di un cliente aziendale, importerà i dati dell’utente e i relativi record di comportamento, oltre ai dati acquisiti dai prodotti o servizi del cliente. Quindi pulirà, filtrerà e analizzerà tutti i dati, prima di esportare i risultati negli scenari aziendali del cliente per aiutare a consigliare prodotti o servizi adeguati ai suoi clienti.

ByteAir si basa sull’abilità proprietaria di big data e machine learning di ByteDance e sull’esperienza dei pesi massimi tecnologici in una vasta gamma di attività su Internet, dalle notizie, streaming live e brevi video, social media all’e-commerce. ByteAir fornirà, inoltre, soluzioni su misura per i suoi clienti.

 

 

Gli ultimi anni hanno visto la crescita frenetica e l’espansione globale di ByteDance

 

 

ByteDance ha formato le sue unità di business interne per l’utilizzo delle soluzioni ByteAir, oltre a fornire le soluzioni a un elenco di fornitori mobili, come la cinese Meizu, Oppo, Vivo e Samsung.

Gli ultimi anni hanno visto la crescita frenetica e l’espansione globale di ByteDance attraverso le sue app virali e ora l’azienda ha l’ambizione di diversificare le sue operazioni e costruire il proprio ecosistema aziendale come i suoi senpais tecnologici come Alibaba e Tencent.

Nei mesi passati, del resto, ci sono già stati alcuni primi indizi delle sue attività di “ristorazione alle imprese”. Ad aprile ha lanciato Lark, un’app per la collaborazione e la produttività del lavoro aziendale, che in precedenza era uno strumento di comunicazione interno. Sebbene in questa fase Lark sia principalmente commercializzato all’estero, è considerato un concorrente di Dingtalk di Alibaba e WeChat for Work di Tencent.

Nel frattempo, ha acquisito lo strumento per il flusso di lavoro Mubu e ha continuato a investire nella piattaforma online in stile Google Docs Shimo, rafforzando il suo portafoglio di flussi di lavoro ad alta efficienza e prodotti di collaborazione.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *