Capodanno Cinese: una occasione di business in Italia

11/02/2019

 

Il Capodanno Cinese in corso si celebra anche in Italia come opportunità per intensificare i rapporti culturali, economici, commerciali e turistici tra il Dragone e il nostro paese

 

 

Celebrare il capodanno cinese è un’occasione di conoscenza e incontro con la cultura cinese anche per l’Italia. In particolare a Roma, Milano e Venezia si sono dedicati quest’anno eventi in occasione di quella che in Cina è nota come Festa di Primavera, una realtà assolutamente non solo rivolta alle comunità cinesi in Italia ma ai turisti e curiosi di tutto il mondo.

Domenica, a Milano, zona Paolo Sarpi è stata ravvivata dalla tradizionale e coloratissima sfilata del Dragone cinese, composta da dragoni di carta, ombrellini colorati, ballerini, figuranti e persone provenienti dalle associazioni cinesi della città.

Venezia ha organizzato per quindici giorni il Festival VCNY, acronimo che sta per Venezia – o anche Veneto – Chinese New Year composto da una decina di eventi, ospitati per la maggior parte a Venezia, ma anche a Padova e Treviso.

 

L’obiettivo dell’evento strutturato in più appuntamenti è rafforzare il legame tra la regione italiana del Nord Est che accoglie ogni anno sempre più turisti cinesi ponendo le basi per un’offerta turistica basata sulla personalizzazione delle esperienze.

 

Il turismo cinese è un trend in crescita, solo nel 2017 ha registrato una crescita del 25%, che ha interessato soprattutto i Millennials, che si prevede diverrà target chiave per lo sviluppo del mercato turistico cinese nei prossimi anni.

Nel 2017 sono stati 129 milioni i viaggiatori cinesi in giro per il mondo e potrebbero diventare 700 milioni entro i prossimi cinque anni. Ad oggi l’Italia attrae 1 milione e mezzo di turisti cinesi e Venezia è tra le località più amate di sempre.

 

Il Festival rappresenta dunque un modo per avviare nuovi canali di sviluppo del turismo e dell’economia cinese che potrebbe coinvolgere tutto il territorio oltre queste città.

 

L’evento in corso a Venezia parla tre lingue: italiano, cinese e inglese, per meglio intercettare il pubblico internazionale, toccando argomenti che riguarderanno il mondo del turismo, della cultura e del business.

Si articola in due settimane di concerti, parate, letture, laboratori e spettacoli artistici, ma anche conferenze, incontri B2B / B2C, workshop dedicati ai temi dell’innovazione, dell’e-commerce, del digital, senza dimenticare lo sport.

 

Iniziative diverse ma che puntano tutte a creare nuove opportunità di business, avvicinando sempre più l’Italia alla Cina attraverso la conoscenza e condivisione di una parte fondamentale di cultura.

 

Il VCNY ora in corso per il capodanno cinese è l’occasione per attraversare queste opportunità, non solo partecipando agli eventi come spettatori ma anche non tralasciando la possibilità di fare da partner o sponsor diventando parte attiva del Festival.

Tra le altre celebrazioni italiane della Festa di Primavera, i 150mila cinesi in viaggio nelle settimane di festa che sono atterrati all’aereoporto Marco Polo di Venezia hanno potuto assistere ad un’accoglienza speciale, tramite una celebrazione con musiche dal vivo e danze tipiche in abiti tradizionali.

L’evento tra le altre ha visto la presenza di alcuni rappresentanti della Repubblica Popolare Cinese e di personalità che fanno da tramite tra la cultura cinese e quella italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *