fbpx

Chengdu terzo polo del lusso in Cina

23/02/2018

La città dei panda spinge sui consumi d’alta fascia: storia e cultura ci spiegano il perché

 

La storia di Chengdu, capitale della Provincia del Sichuan, risale alla nascita della cultura cinese. Oggi questa dinamica città, rappresenta la nuova frontiera della Cina in continua trasformazione, un cluster produttivo dinamico, porta della Cina e corridoio privilegiato della “Belt and road Initiative”. Famosa in tutto il mondo per i simpatici panda e la piccante 火锅, huoguo.

Tuttavia Chengdu non è una delle città più ricche o più popolose della Cina. Con i suoi 10,6 milioni di persone, è solo la sesta città per popolazione e il suo PIL di 1,39 trilioni di RMB si colloca all’ottavo posto. Eppure è il terzo più grande mercato del lusso in Cina, appena dietro Shanghai e Pechino.

Passeggiando per il centro di Chengdu possiamo osservare alcuni dei migliori centri commerciali del lusso. Tra questi le boutique dei marchi come Gucci, Bulgari e molto altro, la fanno da padrone. Store come il Sino Ocean Taikoo Li – 成都远洋太古里 – o il Chengdu IFS – con la sua inconfodnidble statua di un panda che si arrampica sulla facciata – hanno avuto un incremento di guadagno a due cifre a pochi anni dalle loro inaugurazioni.

Per comprendere la cifra dei dati, basti pensare che brand Lane Crawford, ha scelto Chengdu come terza posizione nella Cina continentale, dopo Pechino e Shanghai. Quindi, perché Chengdu è così ricettiva ai marchi di lusso e ai centri commerciali di fascia alta? Le risposte sono molteplici e buona parte di questo risultato parte dalla cultura stessa della città.

 

La ricerca del bello come filosofia di vita

 

Questa “ossessione” del lusso è in parte figlia della stessa cultura di questa regione. Sin dai tempi antichi il Sichuan è conosciuto con l’epiteto di 天府之国, terra dell’abbondanza. Questa regione è stata da sempre una delle basi produttive storiche, anche in età imperiale. Terreni ricchi, un clima temperato, buon cibo e paesaggi mozzafiato hanno generato a sua volta una cultura dedita all’arte, alla ricerca del bello e al godersi la vita come filosofia.

Caratteristiche che ancora oggi è possibile riscontrare nella vita di tutti i giorni dei cittadini. Nelle abitudini quotidiane, quanto negli acquisti. I beni di lusso sono quasi necessari per chi vive a Chengdu. Motivo per il quale anche il commercio di seconda mano di questo tipo di beni, è piuttosto fiorente in questa città.

Un recente sondaggio ha mostrato che oltre l’80% dei consumatori locali acquista beni di lusso per proprio uso, invece di fare regali. Un dato assai importante, anche per direzionare il marketing del nostro brand. Gran parte dei prodotti di lusso venduti a Chengdu vengono comprati proprio dagli abitanti locali. E non dai turisti, come il caso di altri poli di mercato.

 

Da sottolineare come Chengdu sia un crocevia naturale

 

La città è sita esattamente nel centro della Cina. Motivo per il quale molti dei convogli treno diretti in Europa hanno il capoluogo del Sichuan come hub terminale. Chengdu è altresì un polo turistico importante. Molte persone ricche residenti nelle circostanti provincie come lo Yunnan, preferiscono di gran lunga recarsi a Chengdu per i loro acquisti, piuttosto che volare fino a Pechino, Shanghai o Canton. Questo perché Chengdu permette di scegliere i medesimi prodotti che è possibile fruire in ogni firs-tier cinese.

Questo incremento nelle entrate turistiche, ha spinto molti brand di lusso, già operanti nel settore turistico, ad aprire delle proprie attività  Alla fine del 2013, Armani ha scelto Chengdu per costruire il suo primo progetto residenziale in Cina, un edificio di 65 piani denominato “Art Residence”.

I mercati delle grandi città costiere come Pechino o Shanghai sono oramai saturi. Nonostante Chengdu si trovi a cavallo nell’essere classificata una città di primo o secondo livello, è altresì vero che questa realtà è un perfetto banco di prova per scoprire nuovi mercati. Il potere di acquisto dei suoi abitanti è notevolmente cresciuto negli ultimi anni, facendo diventare Chengdu il più dinamico mercato emergente cinese.

Grazie alla perfetta combinazione di consumatori locali e turisti di città di livello inferiore, Chengdu offre ai marchi l’opportunità di testare i loro prodotti e le strategie di marketing con un pubblico diverso. Brand come Chanel o Victoria’s Secret hanno già portato avanti alcune iniziative a riguardo.

Nello specifico il marchio di lingerie americano  ha annunciato il suo quinto flagship store al mondo che sarà costruito su 2.300 metri quadrati, all’interno un lussuoso edificio, proprio a Chengdu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *