fbpx

Chip “Made in China” trainano la crescita delle industrie

23/04/2018

 

A rivelare l’importanza dei chip è il Ministero dell’Industria e dell’Informazione cinese

 

La Cina, da tempo, sta registrando una crescita esponenziale di alcune sue industrie nazionali, anche a livello mondiale. Un ruolo chiave, secondo un funzionario del Ministero dell’Industria e dell’Informazione cinese, lo starebbero rivestendo i microchip made in China.

Il volume di produzione dell’industria cinese per quel che riguarda il circuito integrato (IC) è stato di circa 156,5 miliardi di yuan nel 2017, con un valore di mercato per il settore pari a 541,1 miliardi di Yuan; a dichiararlo una fonte autorevole come Diao Shijing, responsabile della divisione di informazione elettronica del Ministero. In definitiva, quindi, i chip di fabbricazione cinese rappresentano oltre un quinto del mercato globale.

 

La Cina, negli anni, ha sviluppato una grande capacità produttiva nel settore

 

Entrando nello specifico, si può notare come la Cina abbia sviluppato una grande capacità produttiva per chip. Di pari passo, è migliorata anche la capacità progettuale di fascia alta del paese. La scala del mercato relativa all’industria del design nazionale è salita, infatti, da 104,7 miliardi di yuan nel 2014 a 198 miliardi di yuan nel 2017. Questo rappresenta il secondo valore più grande al mondo.

La Cina, secondo Zhu Ninghua (Vice capo dell’Istituto di semiconduttori sotto l’Accademia cinese delle scienze), ha conseguito proficui risultati innovativi nella ricerca e nello sviluppo di dispositivi fotoelettrici. Quest’ultimi, nello specifico, sono stati realizzati in una fascia alta di mercato.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *