fbpx

Cina, 60.000 tonnellate di tabacco dal Mozambico entro il 2020

02/09/2019

 

A confermarlo è stato il Presidente del Mozambico, Filipe Nyusi, che vede nelle vendite un miglioria per  gli agricoltori locali

 

 

La Cina importerà circa 60.000 tonnellate di tabacco prodotto in Mozambico entro febbraio del prossimo anno. A confermarlo è stata una fonte diretta ed autorevole come il Presidente del Mozambico, Filipe Nyusi.

Le informazioni sono state trasmesse dal servizio radio nazionale, che ha riportato le parole del Presidente riferite durante una manifestazione di massa nel distretto di Angonia, nella provincia nord-occidentale di Tete. “Nella prima fase, la Cina importerà oltre 60.000 tonnellate di tabacco, diventando così il secondo più grande acquirente di tabacco mozambicano”, ha affermato.

 

 

Non solo tabacco, ma anche zucchero di canna, sesamo, anacardi e piselli

 

 

Secondo Nyusi, l’idea è quella di diversificare il mercato per garantire competitività nell’offerta e per aumentare la produzione del prodotto. Oltre al tabacco, infatti, la Cina acquisterà dal Mozambico oltre 90.000 tonnellate di zucchero di canna, 150.000 tonnellate di sesamo, 30.000 tonnellate di anacardi e 200 tonnellate di piselli.

“Al momento avevamo un solo acquirente, l’India, e non era economicamente sicuro”, ha affermato il presidente, aggiungendo che ora è necessario garantire la qualità di tali prodotti da esportare ad un partner così importante come la Cina. Nyusi, infine, ha dichiarato che le vendite di prodotti mirano a migliorare economicamente la vita degli agricoltori locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *