fbpx

Cina, apertura agli investimenti esteri

07/03/2018

Lo ha confermato Ning Jizhe, vice capo della Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma

 

 

Nuove misure di mercato per sollecitare maggiori investimenti stranieri nel paese. Questo è l’obiettivo della Cina, come confermato da Ning Jizhe, vice capo della Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma, che ha fatto intendere chiaramente come il paese promuoverà l’agevolazione degli investimenti, incoraggiando così i capitali stranieri ad investire sul suolo cinese.

Seppure alcuni settori e determinate imprese resteranno off limits per gli investitori stranieri, la Cina è pronta ad aprire la sua produzione generale, intravedendo negli investimenti esteri un sinonimo di certo miglioramento per economia e sviluppo del settore stesso. Basti pensare che lo scorso anno, gli investimenti esteri hanno prodotto una cifra pari a $ 131 miliardi nello scorso anno.

 

L’apertura a nuovi investitori rimarrà comunque sotto la lente vigile del governo centrale

 

L’apertura verso i capitali esteri, in ogni caso, verrà controllata dal governo centrale, che garantirà una concorrenza leale tra le imprese, mantenendo una rigorosa tutela in tema di diritti sulla proprietà intellettuale.

Scendendo nel particolare, le politiche favorevoli in materia di trasferimento del capitale di cui godono gli investitori nazionali, saranno elargite anche ai nuovi capitali esteri, ma solo quando questi avranno investito nelle regioni della Cina centrale, occidentale e nord-orientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *