fbpx

Cina: in costruzione 127 linee ferroviarie speciali chiave entro il 2020

07/10/2019

 

Le linee speciali, pari a 1.586 km, dovrebbero ridurre il numero di brevi spostamenti in navetta

 

 

La Cina, da sempre attenta alla propria rete ferroviaria, pianificherà e costruirà 127 linee ferroviarie speciali chiave entro il 2020, secondo quanto confermato dalla Commissione nazionale per lo sviluppo e le riforme.

Queste linee speciali, per una lunghezza totale di 1.586 km, dovrebbero ridurre il numero di brevi spostamenti in navetta, aumentare l’efficienza del traffico e migliorare i benefici economici e sociali, come confermato dalla NDRC.

 

 

Le linee collegheranno l’80% dei principali porti costieri del Paese

 

 

La Cina ha pubblicato una linea guida per l’accelerazione della costruzione di linee ferroviarie speciali, promettendo di garantire che l’80% dei principali porti costieri, le grandi imprese industriali e minerarie e i nuovi parchi logistici saranno accessibili dalle linee speciali entro il 2020.

La scala raggiungerà l’85% entro il 2025, con tutti i porti principali lungo il fiume Yangtze accessibili per ferrovia, secondo le linee guida divulgate nei giorni scorsi.

 

 

I treni per la Cina significano anche collegamenti commerciali

 

 

Del resto la Cina non vuole solamente aumentare in modo significativo il chilometraggio totale delle sue ferrovie, ma punta anche e soprattutto a progredire nella tecnologia e nella velocità dei suoi treni. All’inizio del prossimo anno, secondo il presidente della compagnia responsabile delle locomotive superveloci, il Paese intende infatti lanciare la terza generazione di treni a levitazione magnetica.

Treni che, per la Cina, significano anche collegamenti commerciali. Il numero di treni merci tra Zhengzhou (un hub di trasporto nella provincia di Henan, nella Cina centrale) e l’Europa, infatti, è quasi raddoppiato nella prima metà di quest’anno.

I dati delle dogane di Zhengzhou, in particolare, parlano della supervisione di 539 treni merci Cina-Europa nei primi sei mesi, con un aumento del 90,5% rispetto a un anno fa. Questi treni trasportavano 230.000 tonnellate di merci per un valore di 10,8 miliardi di yuan ($ 1,57 miliardi), con un incremento rispettivamente del 54,9% e dell’11,5%.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *