fbpx

Cina, i giovani genitori contribuiscono alla vendita di nuovi prodotti per l’infanzia

24/04/2019

 

Ad indicarlo è un rapporto sui consumi recentemente pubblicato da T-Mall

 

 

Le vendite di nuovi prodotti per l’infanzia sono in aumento in Cina ei giovani genitori contribuiscono, in modo significativo, a questo mercato in crescita. Ad indicarlo è un rapporto sui consumi recentemente pubblicato da T-Mall, un sito di shopping online sotto il gigante cinese dell’e-commerce Alibaba.

Diversamente dai genitori più maturi, i giovani mamme e papà cinesi mostrano grande amore per i prodotti come i baby-rock elettrici e i robot intelligenti per l’infanzia. Il rapporto indicava, infatti, una crescita composta del 61% nel consumo di prodotti per l’infanzia da genitori nati dopo il 1995.

 

 

Nel 2018, il volume delle vendite di robot intelligenti su T-Mall è cresciuto del 395%

 

 

Una società con sede a Guangdong ha venduto 120.000 bottiglie automatiche di latte termostatico su T-Mall in appena un paio di mesi. Le vendite sono state realizzate senza alcuna promozione, ha detto Tang Qing, direttore del marchio dell’azienda.

Nel 2018, il volume delle vendite di robot intelligenti su T-Mall è cresciuto del 395% e le vendite di giocattoli di programmazione per bambini sono aumentate del 570%, secondo il rapporto.

 

 

I giovani genitori amano anche vestire i loro figli con abiti alla moda

 

 

I giovani genitori amano anche vestire i loro figli con abiti alla moda. Il rapporto mostra che quasi 20 milioni di persone hanno acquistato vestiti di Peppa Pig nell’ultimo anno, e anche le scarpe e i vestiti a tema Hello Kitty, Disney e Transformers hanno goduto di un’immensa popolarità.

Lang Guobiao, vice segretario generale della China Maternal and Infant Industry Innovation Alliance, ha osservato che la generazione post-90 è il gruppo di consumatori più esigente e la loro domanda di prodotti per l’infanzia è lungi dall’essere soddisfatta. Ha anche detto che i ruoli genitoriali si stanno spostando nelle giovani generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *