fbpx

Cina, i marchi nazionali stabilizzano il mercato cinese

16/08/2019

 

Tutto ciò mette in evidenza la capacità di ripresa e la vitalità dell’economia cinese

 

 

Il Consumer Trend Index (CTI) cinese nel secondo trimestre del 2019 è rimasto a un livello elevato di 115 punti, simile a quello dell’ultimo trimestre, alimentato da un migliore benessere e stabilità dei prezzi. A confermarlo un rapporto di Nielsen China.

“Con l’avanzare della riforma strutturale sul versante dell’offerta e l’attuazione della politica volta a garantire stabilità, la struttura economica è stata costantemente ottimizzata e il potere endogeno dell’economia è stato migliorato. Tutto ciò mette in evidenza la capacità di ripresa e la vitalità dell’economia cinese e facilita efficacemente lo sviluppo stabile a lungo termine”, ha dichiarato Justin Sargent, presidente di Nielsen China.

 

 

Il PIL nel secondo trimestre è aumentato del 6,2% su base annua

 

 

Secondo il China National Bureau of Statistics, il PIL nel secondo trimestre è aumentato del 6,2% su base annua, il reddito pro capite dei residenti è cresciuto del 6,5%, i prezzi delle case sono rimasti stabili e le vendite al dettaglio totali di beni di consumo sono aumentate dell’8,1%. Nel complesso, l’economia nazionale ha operato in un intervallo ragionevole e ha continuato il trend generale di crescita stabile, gettando solide basi per l’aumento del CTI cinese.

In particolare, il CTI nel secondo trimestre ha visto l’ascesa di marchi locali, con persone nelle città di alto livello più disposti ad acquistare prodotti locali. Secondo il rapporto recentemente pubblicato, oltre il 60% dei consumatori preferisce acquistare marchi locali e la quota di mercato dei marchi nazionali continua a crescere.

Per quanto riguarda i motivi alla base di questa nuova tendenza, la performance dei costi rimane uno dei fattori chiave per i consumatori nella scelta dei marchi nazionali, mentre sono più influenzati dalla qualità che dal prezzo. A parte questo, il simbolismo nazionale e il riconoscimento da parte dei consumatori dei marchi sono altri due fattori alla base della crescita dei prodotti domestici.

 

 

I consumatori, in particolare i giovani, sono appassionati della cultura e dei simboli tradizionali cinesi

 

 

“I consumatori nelle città di alto livello stanno prestando maggiore attenzione alle caratteristiche cinesi e all’eredità culturale, che è anche un riflesso dell’aumento della consapevolezza culturale e dell’autostima culturale”, ha detto Sargent, aggiungendo che l’atteggiamento più chiaro e più solido dei marchi nazionali ha conquistato con successo i consumatori.

Ad esempio, con la cooperazione crossover tra marchi classici, le entrate di Li Ning sono aumentate del 18,45% e l’utile netto è aumentato del 39% nel 2018. I consumatori, in particolare i giovani, sono appassionati della cultura e dei simboli tradizionali cinesi. Pertanto, tendono a scegliere marchi e prodotti nazionali per la loro estetica tradizionale, la penetrazione culturale e il riconoscimento di sé.

I dati hanno anche mostrato che il 34% dei consumatori è più disposto a supportare e acquistare marchi nazionali, di cui gli uomini (36%) mostrano più disponibilità delle donne (34%), e i consumatori nelle città di primo e secondo livello (52%) sono più disponibile di quelli nelle aree rurali e di quarto livello (29%). Inoltre, il 15% dei consumatori acquista marchi nazionali perché riconosce lo spirito del marchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *