fbpx

Cina, marzo sorride all’utile industriale: +13,9%

29/04/2019

 

Grande ripresa rispetto al periodo gennaio-febbraio, quando si era registrato un calo del 14%

 

 

I profitti delle principali imprese industriali cinesi sono aumentati del 13,9% a marzo. Sicuramente un drastico rimbalzo rispetto al calo del 14% fatto registrare nel periodo gennaio-febbraio, secondo quanto i mostrato dai dati ufficiali resi noti dal National Bureau of Statistics (NBS).

La produzione e le vendite di queste aziende sono quindi aumentate a marzo, con un valore aggiunto industriale aggregato in crescita dell’8,5% su base annua, superiore di 3,2 punti percentuali rispetto a quello del periodo gennaio-febbraio.

 

 

I prezzi di stabilizzazione hanno svolto la funzione di driver per il rimbalzo

 

 

Le entrate operative sono aumentate del 13,7% su base annua a marzo, con 10,4 punti percentuali in più rispetto a gennaio-febbraio.

I prezzi di stabilizzazione hanno svolto la funzione di driver per il rimbalzo, come confermato da NBS. I prezzi alla produzione sono aumentati dello 0,4% anno su anno, concludendo un calo che durava da ben otto mesi consecutivi.

I prezzi di acquisto delle materie prime, infine, sono aumentati dello 0,2% rispetto a un anno fa, vale a dire 0,1 punti percentuali in più rispetto al periodo gennaio-febbraio.

 

 

Le variazioni di prezzo hanno aggiunto 26,8 miliardi di yuan ai profitti industriali

 

 

Stime preliminari hanno mostrato che le variazioni di prezzo hanno aggiunto 26,8 miliardi di yuan ai profitti industriali nel mese di marzo, e il contributo delle variazioni dei prezzi alla crescita degli utili industriali è aumentato di 4,5 punti percentuali rispetto a quello del periodo gennaio-febbraio. Il tutto è stato confermato dallo statista senior Zhu Hong della NBS’s Industrial Bureau.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *