fbpx

Cina, nuova tecnologia nell’incenerimento dei rifiuti

01/06/2019

 

La scoperta permette di ridurre le emissioni di diossine oltre il 50%

 

 

Gli scienziati cinesi hanno sviluppato un metodo per inibire la generazione di sostanze tossiche dall’incenerimento dei rifiuti, attraverso la scoperta del meccanismo di formazione delle diossine.

La ricerca, condotta dagli scienziati dell’Istituto di fisica chimica di Dalian dell’Accademia cinese delle scienze, ha portato allo sviluppo di tecnologie di inibizione che possono ridurre le emissioni di diossine di oltre la metà nell’incenerimento di rifiuti solidi.

 

 

I due ricercatori hanno inibito con successo le emissioni di diossine in tre grandi impianti di incenerimento

 

 

Durante l’incenerimento di rifiuti solidi viene emessa una grande quantità di composti aromatici clorurati altamente tossici. Queste sono elencate come sostanze inquinanti organiche persistenti dal Programma Ambientale delle Nazioni Unite, a causa dei loro effetti cancerogeni, teratogeni e mutageni.

Chen Jiping e Zhang Haijun, i principali scienziati alla guida della ricerca, hanno studiato gli effetti degli ossidi e dei cloruri metallici sulla clorurazione dei composti aromatici, simulando la reazione del fumo di incenerimento.

 

 

Il risultato della ricerca è stato pubblicato su Environmental Science and Technology

 

 

“Il processo di clorurazione è un passo fondamentale per controllare la formazione dei composti tossici nel gas di incenerimento”, ha detto Chen. “Abbiamo trovato che i cloruri di rame e ferro sono le sostanze attive chiave per promuovere la clorurazione del naftalene”.

Con la loro teoria, i due ricercatori hanno inibito con successo le emissioni di diossine in tre grandi impianti di incenerimento di rifiuti solidi in Cina di più della metà. Il risultato della ricerca è stato pubblicato sull’ultimo numero della rivista scientifica internazionale Environmental Science and Technology.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *