fbpx

Cina, Oreo collabora con la Città Proibita di Pechino per una nuova linea di biscotti

10/07/2019

 

La marca di biscotti ha rilasciato sapori come “Green Tea Cake”, “Red Bean Cake” e “Hawthorn Berries”

 

 

I biscotti Oreo, brand americano, stanno ora ricevendo un trattamento regale in Cina. Oreo ha infatti lanciato sei nuovi sapori di ispirazione imperiale, creati in collaborazione con la Città Proibita di Pechino, formalmente conosciuta come il Museo del Palazzo, come parte della sua ultima campagna Tmall Super Brand Day.

La marca di biscotti ha rilasciato sapori come “Green Tea Cake”, “Red Bean Cake” e “Hawthorn Berries”, così come “Lychee-Rose Cake”, che si diceva fosse una delle preferite dall’imperatore Qing Kangxi. Per gli snackers più avventurosi, Oreo offre opzioni salate, come “Pasticceria di maiale alla brace cantonese” e “Pasticceria piccante al pepe”.

 

 

Oreo ha venduto più di 760.000 scatole nel suo primo giorno di vendita

 

 

I consumatori possono acquistare l’assortimento completo in una scatola a due livelli, che assomiglia al confezionamento di dolci tradizionali cinesi, come le torte della luna, incorporando nel suo disegno il prezioso dipinto della Città Proibita “Le dodici bellezze”. Possono anche scegliere di acquistare scatole a sapore singolo o set regalo che vengono con una Oreo Music Box in edizione speciale, un giradischi in cartone che riproduce la musica tradizionale cinese quando i consumatori mettono un biscotto Oreo sopra.

Oreo ha venduto più di 760.000 scatole nel suo primo giorno di vendita, il 23 maggio, su Tmall, il sito di e-commerce B2C di Alibaba Group. La campagna ha anche aggiunto oltre 260.000 nuovi follower al suo flagship store, attirando più follower in un solo giorno rispetto a tutto il 2018. Alla fine della giornata, un video promozionale di 10.600 biscotti Oreo animati, ricreando la Città Proibita, aveva attirato 780 milioni di visualizzazioni.

 

 

La collaborazione con il Palace Museum segna una grande pietra miliare per Oreo

 

 

La collaborazione con il Palace Museum segna una “grande pietra miliare per Oreo, per attingere profondamente al mercato locale cinese e conquistare il cuore dei consumatori”, ha dichiarato Joost Vlaanderen, presidente di Mondelēz Greater China. Mondelēz possiede alcuni dei marchi di snack più famosi al mondo, tra cui anche Ritz Crackers, Cadbury e Toblerone.

I biscotti ed i frollini in stile cinese che sono stati serviti nel palazzo hanno “lasciato molto spazio alla nostra immaginazione per creare qualcosa di divertente, come i biscotti Oreo che viaggiano nel tempo ai tempi antichi per incontrare gli imperatori”, ha detto Vlaanderen.

 

 

Oreo ha sfruttato per la prima volta la soluzione del Super Brand Day di Tmall già quattro anni fa

 

 

Lanciato nel 2015, il Super Brand Day di Tmall è uno strumento di marketing che raccoglie tutte le risorse dell’ecosistema di Alibaba per creare una versione ridotta della vendita annuale di 11,1 mega della società per un singolo marchio. Questo può coinvolgere tutto, da esperienze di brand innovative e collaborazioni di contenuti a vantaggi esclusivi e offerte speciali per i consumatori. Oreo ha sfruttato per la prima volta la soluzione quattro anni fa, poiché il brand centenario ha cercato di espandere la sua portata oltre le “famiglie con bambini” ai millennial in Cina.

Oreo da allora ha lanciato innovazioni per la campagna ogni anno, come l’Oreo Music Box lanciato nel 2016 – e aggiornato nel 2017 – o il DJ Mixer rilasciato lo scorso anno che consente ai consumatori di mescolare oltre 500 combinazioni di canzoni durante gli snack.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *