fbpx

Cina: rivoluzione nel processo di costituzione di società a proprietà straniera

18/05/2018

 

Il Consiglio di Stato ha deciso che, a partire dal 30 giugno, la maggior parte delle operazioni burocratiche per le aziende sarà effettuata online in tutto il paese

 

 

Una rivoluzione nel processo di creazione di società di proprietà straniera. Questo è ciò che è stato stabilito dal Consiglio di Stato cinese, in una riunione esecutiva presieduta dal premier Li Keqiang. L’obiettivo è quello di semplificare il processo di creazione di imprese a capitale straniero, al fine di promuovere il commercio e gli investimenti.

Per fare questo, è stato deciso di portare avanti tutto il processo burocratico online, in modo da facilitare le aziende e accelerare il processo. Questa pratica entrerà in vigore il 30 giugno 2018 e richiederà un singolo modulo.

Anche i numeri, del resto, sembrano richiedere questa semplificazione. Nel 2017, infatti, sono state fondate oltre 35.600 imprese straniere, con un aumento del 27,8% rispetto all’anno precedente.

 

 

Tutte le operazioni saranno gestite su un’unica piattaforma e nessun dipartimento sarà autorizzato a creare un sistema indipendente

 

 

Secondo il premier, il consolidamento delle procedure di deposito e registrazione per tali imprese è una questione di grande importanza. Per questo motivo, nel Rapporto di lavoro del governo, quest’anno Li ha detto che le procedure per costituire imprese a partecipazione straniera sarebbero state semplificate.

Tutte le operazioni saranno gestite su un’unica piattaforma e, in linea di principio, nessun dipartimento sarà autorizzato a creare un sistema indipendente. Il premier Li Keqiang ha dichiarato: “I servizi pubblici devono servire il bene pubblico e quindi devono essere universalmente accessibili“.

Le tecnologie attuali hanno reso possibile molti procedimenti online. L’importante è introdurre una piattaforma elettronica unificata per tutti i servizi governativi collegando le reti separate” conclude Li. Verranno inoltre rafforzate le ispezioni governative per garantire che le misure siano pienamente attuate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *