fbpx

I Cinesi delle città di secondo livello in vacanza hanno superato le previsioni di consumo

11/10/2018

 

Durante la festa nazionale in Cina i consumi nelle città di secondo livello hanno superato quelle di primo, i cinesi in vacanza all’estero hanno preferito pagare tramite smartphone

 

 

Il 7 ottobre, Alipay ha reso pubblici i dati sui consumi all’estero dei cinesi durante la festa nazionale di quest’anno. Le cifre mostrano che la tendenza dell’aumento del consumo estero cinese è significativa e il boom dei pagamenti mobile ha contagiato tutto il mondo.

 

Il numero di pagamenti mobile nel Bicester Village del Regno Unito è aumentato di 90 volte anno dopo anno, nel quartiere degli affari di Osaka Dotonbori in Giappone è aumentato di 70 volte e all’aeroporto di Sydney in Australia di 55 volte.

 

“Convenienti e sicuri” i turisti cinesi portano il metodo di pagamenti tramite smartphone nel mondo. La Cina è stato il ​​più grande paese d’origine per i viaggi all’estero negli ultimi cinque anni consecutivi.

Guardando alla recente Golden Week della festa nazionale appena conclusasi quest’anno, il numero dei turisti cinesi che si sono recati all’estero ha raggiunto quota 7 milioni.

I dati di Alipay mostrano che la tendenza dell’aumento dei consumi dei turisti della “Mainland” all’estero è significativa. Tra questi, l’andamento del consumo all’estero di chi proviene da città di secondo livello è notevole.

Il tasso di crescita del consumo pro capite di Fuzhou del 70% ha superato per la prima volta Pechino, Shanghai, Shenzhen e Guangzhou (il 45% a Pechino, il 60% a Shanghai, il 28% a Shenzhen e il 27% a Guangzhou), rendendolo la città quella in più rapida crescita per consumi tramite mobile.

 

Anche altre città di secondo livello sono vicine per cifre di consumi e tasso di crescita: Hangzhou 50%, Wuhan 31%, Tianjin 30%, Chengdu 26% e Chongqing 21%. Tutti i periodi analizzati relativi ai consumi hanno mostrato forti tendenze al consumo all’estero.

 

Le cifre delle spese durante i viaggi all’estero dopo gli anni ’60 è aumentato del 90%, posizionandosi al primo posto nel tasso di crescita. Ciò significa che sempre più cinesi del periodo hanno scelto la formula  di pagamento mobile durante il viaggio fuori dal paese.

I viaggi all’estero negli anni ’70 e ’80 hanno registrato un maggiore aumento del consumo pro capite, raggiungendo il 35%. Sono le abitudini di modalità di pagamento del popolo cinese che accompagnano l’aumento del consumo all’estero.

I dati di ricerca di Nielsen dimostrano che il 90% dei turisti cinesi intervistati si dice più disposto a pagare tramite telefono. Comodità, risparmio, sicurezza, sono le ragioni principali per cui gli utenti preferiscono pagare con gli smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *