fbpx

E-commerce: JD.com sfida Pinduoduo grazie a WeChat

24/09/2019

 

Alibaba e JD.com stanno penetrando nelle città di livello inferiore, sfidando Pinduoduo nel mercato e-commerce

 

 

JD.com ha lanciato il suo servizio di e-commerce, lanciando una chiara sfida alla piattaforma Pinduoduo. Il nuovo servizio si presenta sotto forma di un’app dedicata, denominata Jingxi, nonché di una mini-app che risiede in WeChat. Gli utenti di Jingxi potranno accedere al servizio tramite la scheda “Scopri” di WeChat dall’inizio di ottobre.

La mossa segna anche lo sforzo più recente dei pesi massimi dell’e-commerce cinese per espandere la loro presenza nelle città di livello inferiore della Cina e persino nelle aree rurali. L’obiettivo è cercare una crescita aggiuntiva, poiché quella relativa al mercato dello shopping online è cresciuta nelle città e nelle città di livello superiore del Medio Regno.

 

 

Ciò che distingue Jingxi, è il modello Factory-to-Consumer (FoC)

 

 

Jingxi è un aggiornamento del suo predecessore di nome JD Pinguo, che si rivolge principalmente ai consumatori cinesi e agli acquirenti di piccole città con articoli a prezzi ultra convenienti.

Jingxi offre vendite flash e articoli a un prezzo speciale. Gli acquirenti, inoltre, possono godere di forti sconti sia quando condividono un articolo con i loro amici, sia semplicemente aderendo a un contratto di acquisto di gruppo in corso sull’app.

Tuttavia, ciò che potrebbe aiutare a distinguere Jingxi, è il modello Factory-to-Consumer (FoC) che il servizio offre nel tentativo di fornire articoli convenienti, ma al contempo di qualità.

 

 

Sia Alibaba che JD hanno lanciato le proprie iniziative

 

 

La crescita dilagante e quasi miracolosa di Pinduoduo ha già movimentato il mondo dell’e-commerce, con Alibaba e JD che sono sotto pressione a causa di un rallentamento dell’economia cinese e di un mercato di e-commerce saturo nelle città cosmopolite del Paese. Sia Alibaba che JD, a questo punto, hanno lanciato le proprie iniziative, rispettivamente attraverso Juhuasuan e Jingxi, per raggiungere i consumatori non sfruttati dell’entroterra cinese.

All’inizio di questo mese, Alibaba ha effettuato vendite per il Super Bargain Day, che presentavano principalmente articoli a basso prezzo e quindi hanno generato un volume di merci approssimativamente lordo di $ 8,3 miliardi in due giorni.

Anche JD.com, dal canto suo, ha visto una crescita migliore dalle città di livello inferiore rispetto a quelle più alte. Ora circa la metà degli utenti proviene dalle città cinesi di livello inferiore, secondo le statistiche basate sugli indirizzi dei propri clienti.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *