fbpx

Crescono le banche cinesi

12/02/2019

 

Oggi le banche cinesi occupano i primi 20 posti della classifica delle maggiori banche mondiali per patrimonio totale

 

 

La Cina ospita il più grande settore bancario del mondo. Come sappiamo, il rating delle banche più grandi è costruito in base al patrimonio totale delle stesse. Diverse banche cinesi hanno preso un punteggio alto per diversi anni di seguito. È chiaro che ci sia da prendere in considerazione l’economia annuale e il surplus industriale dell’Impero Celeste.

 

Nel 2019, le banche cinesi hanno conquistato tutti e quattro i primi posti nell’elenco di Brand Finance Banking 500, con ICBC, China Construction Bank, Agricultural Bank of China e Bank of China con un valore combinato di oltre $ 250 miliardi.

 

Al contrario, nell’intero periodo 2009-2014, non ci sono state banche cinesi in grado di incrinare le prime cinque allora in classifica. È anche interessante notare che per il terzo anno consecutivo, la Banca industriale e commerciale della Cina (ICBC) occupa il primo posto, con un valore di marchio di $ 79,8 miliardi.

Le banche cinesi “Big Four” sono in testa alla lista. Industrial and Commercial Bank of China (ICBC) è la banca più grande e più ricca del mondo e fa parte dei “Big Four” dei controlli fiscali della Cina. Oggi la banca controlla quasi 1/5 di tutto il settore bancario cinese.

Per questo vanta un patrimonio totale di $ 4009 miliardi secondo gli ultimi dati e la sua capitalizzazione di mercato ammonta a $ 238 miliardi. Denominata anche “The Bank”, è stata fondata nel 1984 e ora conta oltre 460.000 dipendenti e la sua sede centrale si trova a Pechino.

 

La seconda in Cina in questo rating e anche seconda per “dimensioni” è ora chiamata “China Construction Bank”, fondata nel 1954.

 

Secondo i dati, ottiene $ 3.400 miliardi di attività e la sua capitalizzazione di mercato ammonta a più di $ 200 miliardi. Originariamente, il CCB è stato creato per gli scambi governativi e solo successivamente è stato ridisegnato nel contesto commerciale. La società comprende oltre 14 mila dipartimenti in tutto il mondo, dove lavorano 372.000 dipendenti.

La CCB è seguita da Agricultural Bank of China e Bank of China. E gli Stati Uniti? Wells Fargo è al quinto posto. Con il sistema bancario americano sotto pressione, la battaglia per il centro bancario più nuovo e quasi più grande del mondo infuria e la posta in gioco va aumentando.

Sia il governo cinese che il governo federale degli Stati Uniti controllano la valuta nazionale. Le banche di entrambi i paesi prestano in quella valuta. Entrambi i governi hanno un sistema bancario centralizzato per bloccare il resto delle banche e fungere da prestatore in ultima istanza. Vedremo cosa succederà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *