fbpx

Didi: dati di transito pubblici per la pianificazione urbana

22/10/2019

 

La mossa conquisterà la buona volontà dell’azienda da parte dei funzionari della città

 

 

Il colosso cinese Didi Chuxing sta aprendo i suoi importanti depositi di dati di transito con il rilascio di due importanti set di dati, al fine di migliorare la comprensione dei modelli di trasporto e ottimizzare gli investimenti nelle infrastrutture.

La mossa conquisterà, probabilmente, la buona volontà dell’azienda da parte dei funzionari della città dopo aver attirato un maggiore controllo da parte delle autorità, soprattutto nell’ultimo anno. Le applicazioni di apprendimento automatico, in gran parte guidate dalla condivisione dei dati, svolgono infatti un ruolo fondamentale nell’utilizzo delle risorse e nella pianificazione di reti di trasporto più sicure e intelligenti.

 

 

Didi renderà disponibili due dei suoi set di dati storici TTI

 

 

Didi alla fine del 2017 ha lanciato per la prima volta la sua GAIA Initiative, una piattaforma di ricerca globale in base alla quale gli scienziati possono richiedere l’accesso a dati anonimi per esplorare le soluzioni di traffico.

Didi, così, renderà disponibili due dei suoi set di dati storici TTI (Travel Time Index) anonimizzati che indicizzano la congestione urbana, raccolti dai veicoli sulla sua piattaforma. Ad annunciarlo è stato il CTO di Didi, Zhang Bo.

 

 

I dati sono stati calcolati, nell’ultimo periodo, in ben sei città cinesi

 

 

Il rilascio contiene indici di congestione del traffico, calcolati utilizzando le informazioni sul viaggio dei passeggeri, nonché la velocità media dei veicoli a motore sulla piattaforma di Didi nell’ultimo anno in sei grandi città cinesi: Shenzhen, Chengdu, Xi’an, Jinan, Suzhou e Haikou.

L’altro set di dati include dati storici dettagliati a livello di viaggio, ovvero punti di inizio e fine anonimizzati e informazioni sul percorso dai livelli di servizio Express e Premier di Didi per un periodo di due mesi a Chengdu e Xi’an alla fine del 2018.

 

 

La società ha dichiarato che la regolazione dei tempi di oltre 2.000 semafori in tutto il paese ha ridotto la congestione dal 10% al 20%

 

 

Il colosso della corsa ha affermato di aver collaborato con governi di oltre 20 città cinesi per fornire soluzioni innovative per il trasporto e la gestione del traffico, come le tecnologie intelligenti di segnalazione del traffico.

La società ha dichiarato che la regolazione dei tempi di oltre 2.000 semafori in tutto il paese ha ridotto la congestione dal 10% al 20% in media.

Didi, però, non è l’unica azienda che cerca di svolgere un ruolo importante in un sistema di trasporto intelligente costruito attorno a veicoli autonomi collegati. All’inizio del 2017, infatti, Uber ha lanciato un sito Web online chiamato Movement, che utilizzava dati e strumenti che consentivano agli utenti di misurare i tempi di viaggio tra i punti di città come Washington DC, Sydney e Manila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *