fbpx

Dimenticate i KOL tradizionali, la first lady cinese è la più seguita in fatto di stile

15/03/2018

 

Icona di stile e di eleganza lei è Peng Liyuan, la first lady cinese che sfoggia con orgoglio il glamour sartoriale del Paese di Mezzo dettando moda e tendenze seguite anche dai millennials

 

Sin dal 2013, anno in cui Xi Jinping è stato eletto presidente della Repubblica Popolare, l’inquilino di Zhongnanhai ha visitato in lungo in largo il globo, rinsaldando l’amicizia e l’azione diplomatica di Pechino.

Nei suoi viaggi al suo fianco una presenza costante che nel tempo ha attirato l’attenzione di tutti i media, sia cinesi che non.Stiamo parlando di Peng Liyuan, l’amata consorte del presidente cinese.

Prima dell’elezione, conoscevamo questa donna come generale dell’esercito e amata cantante di canzoni tradizionali cinesi. Ma da qualche anno non è inusuale vederla accanto a Kate Middleton, Michelle Obama e ora Melania Trump negli affari di stato. Ed è difficile non notarla.

In effetti, il suo guardaroba è un vero arcobaleno di colori, che rappresenta appieno il gusto e la raffinata eleganza della sartoria cinese. Pochette, spille, sciarpe e molto altro rimandano alla madrepatria, alla Cina e all’intelligente senso della moda che ha la première dame cinese.

Donna di grande intelligenza e cultura, le scelte di Peng Liyuan vanno oltre la moda. Nei tanti summit diplomatici cui si è costretti a rappresentare, le first lady e le loro scelte in fatto di vestiti, possono avere un peso culturale importante; esercitando soft power in patria e all’estero.

Al momento della visita degli Obama in Cina, ecco Michelle sfoggiare un abito rosso (colore di buon auspicio per la tradizione cinese) firmato Valentino. O ancora nel recente vertice a Mar-A-Lago in Florida, Peng Liyuan ha sfoggiato uno splendido qipao scuro con motivi floreali.

 

Secondo Vanity Fair la first lady cinese è una delle donne meglio vestite al mondo ed è stata anche riconosciuta come una delle “100 Incredible Women” della rivista Porter

 

Ma Peng non è amata solo per il suo saper vestire, quanto per aver ridato un ruolo di primo piano alla figura stessa della first lady.

Peng Liyuan è altamente apprezzata perché il suo senso del glamour e dell’eleganza permette di abbracciare uno stile moderno e raffinato, senza risultare inappropriato sul palcoscenico internazionale.

 

 

A confronto Liu Yongqing (la moglie di Hu Jintao) e Wang Yeping (la moglie di Jiang Zemin) erano personaggi entrambi di basso profilo e relativamente fuori dalle luci della ribalta.

Peng invece, forse anche a causa del suo passato da cantante, non si nasconde dietro i riflettori. Anzi, il consenso cui il marito gode è in parte anche figlio delle azioni della first lady.

La prima donna di Cina è assai attiva nel sociale. Memorabile la sua campagna di prevenzione contro l’AIDS e HIV. O ancora il suo discorso all’ONU di denuncia delle condizioni cui le donne perversano in alcuni paesi.

Per il suo attivismo, eleganza e bellezza è spesso paragonata a  Soong May-ling , moglie di Chang Kai Shek che, nonostante il “controrivoluzionario” marito, è ancora una beniamina per le donne cinesi per il suo ruolo di primo piano nella resistenza giapponese durante la seconda guerra mondiale.

 

Dimenticate quindi i KOL tradizionali, a dettare moda nella Repubblica Popolare è la first lady

 

Peng veste infatti sempre e solo designer cinesi. Alcuni di loro, totalmente sconosciuti al di fuori della Cina, hanno addirittura avuto una grande ribalta internazionale.

Il suo stile ha voluto riportare al centro la Cina stessa. In quanto first lady è in qualche modo un suo compito farsi alfiere dello stile unico ed inimitabile della sua patria. In qualche modo ha fatto da apripista al rinnovato senso di riscoperta della cultura cinese anche in fatto di stile.

Evitando etichette di lusso e grandi brand occidentali, Peng ha curato uno stile specifico che è femminile, ma conservatore, sicuro di sé e chic che accenna quasi sempre alla sua eredità cinese.

Per essere una donna elegante, non è necessario sfoggiare necessariamente abiti internazionali. Con un pizzico di orgoglio nazionalistico, la cina può essere un faro di eleganza e di tendenze.

Con qipao, colletti di mandarini e dettagli tradizionali su abiti altrimenti abbastanza moderni, Peng Liyuan ha in qualche modo spinto i millenials a considerare centrale la loro cultura storica, almeno in fatto di vestiario.

In Cina la first lady è diventata una vera e propria icona di stile amata e seguita dai cittadini

 

Attingere al passato per presentare un prodotto elegante che rispecchia la cultura storica materiale della Cina, questa è la peculiarità di Peng Liyuan

Peng con le sue scelte in fatto di abiti ha voluto dimostrare che la moda cinese non è solo circoscritta a quei pochi indumenti che noi conosciamo. Dietro vi è un mondo di oltre 2 mila anni di storia che nel tempo ha forgiato una cultura elegante, sofisticata con un proprio senso del bello.

La moda potrebbe sembrare insignificante nel grande scacchiere internazionale o nella politica interna. Tuttavia non è da sottovalutare il suo potere persuasivo e il suo appeal sull’opinione pubblica.

E dovunque vadano i coniugi Xi, le macchine da presa sono tutte per la first lady Peng Liyuan.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *