fbpx

Dior punta alla Cina: A luglio vola a Shanghai con la mostra Designer of Dreams

21/05/2020

Dior sorprende la Cina. In arrivo una retrospettiva con artisti cinesi ed occidentali. Una lezione di stile e marketing su come conquistare il mercato cinese

Dior è pronta a tornare in Cina e lo fa in grande stile. La maison francese volerà a luglio a Shanghai dove presenterà la sua  retrospettiva Designer of Dreams.

L’expo aprirà i battenti il 28 luglio al Long Museum West Bund della metropoli e sarà aperta fino al 4 ottobre. La tappa cinese è la terza a livello mondiale della mostra a marchio Dior. Dopo il debutto al Musée des Arts Décoratifs di Parigi nel 2017 e la tappa al Victoria and Albert Museum di Londra, la retrospettiva dedicata alla storia della maison vedrà anche a Shanghai una nuova narrazione scenografica e molti capi speciali.

Dior sembra quindi voler puntare dritto al mercato cinese e lo fa con intelligenza. La mostra curata da Oriole Cullen, presenterà più di 250 abiti di alta moda, con illustrazioni di René Gruau Christian Bérard e opere di artisti cinesi che mettono in risalto i legami storici tra Dior e la Cina. Dior sembra aver saputo comprendere ciò che sta accadendo nel mercato cinese: ovvero una riscoperta culturale profonda che si riflette anche sui consumi. Senza andare lontano dalle radici e dalla filosofia creativa della maison, Dior per questa retrospettiva utilizzerà un mix intelligente di occidente ed oriente, ponendosi come un brand interculturale che sappia interagire anche con il pubblico del Dragone. 

Il target designato? Non solo il tradizionale cliente di Dior, ma soprattutto quei millennials che pur sempre connessi al web, rimangono sì curiosi del mondo, ma orgogliosi della propria “cinesità”. Oggi questi giovani sono il segmento demografico più importante del pianeta. Sempre connessi al “villaggio globale”, gran parte delle loro vite ruota intorno alla rete.

Amicizie, divertimenti persino il lavoro è incentrato sul web. I millennials hanno un vorace appetito di conoscenza e scoperta, cercando anche di dare un significato, in parte “culturale”, ai loro acquisti. Dato che la notizia della mostra-esposizione di Dior è divenuta già un hot topic sui social cinesi, Dior sembra aver centrato appieno l’obiettivo.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *