fbpx

EWTP si unisce all’OMC e al Word Economic Forum, parte la ‘ENABLING E-COMMERCE INITIATIVE’

12/12/2017

 

 

L’Organizzazione Mondiale del Commercio e il Forum Economico Mondiale (Word Economic Forum) si sono uniti alla piattaforma elettronica mondiale per il commercio (eWTP) per lanciare una nuova iniziativa che mira a mettere le pratiche e le politiche dell’e-commerce al centro del dibattito tra governi, imprese e altre parti interessate a livello globale.

Annunciata durante la XI Conferenza ministeriale dell’OMC a Buenos Aires, l’Iniziativa per l’incentivazione del business degli e-commerce mira a riunire le voci di governi, imprese e altre parti interessate per avviare un cambiamento su questa forma di commercio tramite il web, che possa giovare alle piccole imprese, stando a quanto pubblicato dal Word Economic Forum e dall’OMC.

 

Chiamando l’e-commerce “una forza crescente nel commercio globale”, l’OMC e il Forum hanno affermato che il commercio online potrebbe aiutare a portare le micro-imprese e le piccole e medie imprese nella più ampia economia globale dove attualmente vi sono elevate barriere all’ingresso, specie per le piccole imprese. Ma per arrivarci, hanno detto, era necessaria una iniziativa come Enabling E-commerce in modo che le parti interessate potessero meglio comprendere e attuare questo processo con le rispettive competenze.

 

Roberto Azevêdo, direttore generale dell’OMC, ha affermato che il crescente interesse per l’e-commerce come fattore abilitante per le MSME, insieme ad una spinta all’interno di regole per il commercio globale per raggiungere tale potenziale, da parte del produttore, ha portato alla nascita del progetto.

“L’Enabling e-commerce fornirà quindi una risorsa preziosa, che riunirà una serie di parti interessate per esplorare ulteriormente tutti i fattori in gioco”, ha affermato.

 

Questa iniziativa ricorda le richieste del presidente esecutivo di Alibaba, Jack Ma, che già lo scorso anno ha iniziato a prendere l’iniziativa creando l’eWTP, nella speranza di rendere più facile per le piccole imprese la partecipazione al commercio cross-border. Aveva immaginato un’organizzazione internazionale aperta alle parti interessate che fungeva da complemento dell’OMC, con l’obiettivo di trovare il modo migliore per alleggerire le normative, abbassare le barriere all’ingresso dei nuovi mercati e fornire alle piccole imprese un più accessibile finanziamento.

 

Il concetto di un’unica piattaforma elettronica economica mondiale per il commercio (eWTP) ha ottenuto il sostegno dell’OMC a partire da settembre 2016, con Azevêdo che, a seguito di un incontro con Ma presso la sede di Alibaba a Hangzhou, aveva affermato che il commercio deve essere più inclusivo e “deve funzionare per le PMI“. L’idea è stata poi approvata il mese stesso dal vertice del G20 come iniziativa sostenuta dal governo e guidata dal governo, includendo l’eWTP nel suo comunicato ufficiale. A novembre, due mesi dopo, la Malesia è diventata il primo paese a lanciare un e-hub eWTP al di fuori della Cina.

 

Ora con l’avvio dell’Enabling E-commerce, la missione di eWTP ottiene un maggiore riconoscimento, nuovi partner e, potenzialmente, la partecipazione e i contributi preziosi di un pubblico internazionale molto più ampio. In una dichiarazione, Jack Ma ha detto che l’iniziativa avrebbe funzionato per portare i benefici della globalizzazione alle piccole imprese e ai giovani, così come ai paesi in via di sviluppo.

“Il problema della globalizzazione è che i suoi benefici non sono stati resi disponibili a tutti. Non possiamo fermare la globalizzazione, dobbiamo migliorarla “, ha detto Ma. “Se le imprese e il governo lavorano insieme, possiamo creare un modello commerciale più inclusivo ed espandere i benefici della globalizzazione a coloro che sono rimasti indietro”.

 

L’iniziativa partirà attivamente a inizio 2018, secondo quanto dichiarato, con un incontro importante a Gennaio, il meeting annuale del WEF a Davos. Ne seguiranno altri nel corso dell’anno, tra cui un altro grande evento a Ginevra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *