fbpx

Facebook avverte gli Stati Uniti dello svantaggio competitivo con la Cina

19/10/2019

 

Gli Stati Uniti rischiano di perdere nella battaglia con la Cina per i pagamenti digitali

 

 

Recentemente David Marcus, il dirigente che guida l’iniziativa Facebook Libra, ha detto a Bloomberg News che gli Stati Uniti rischiano di cedere alla Cina nella battaglia globale per il primato dei pagamenti digitali, qualora i regolatori ritardino l’implementazione di Libra appoggiata dalla blockchain di Facebook. In seguito all’annuncio di Facebook su Libra nel giugno 2019, la Banca Popolare cinese ha iniziato a sviluppare la propria versione digitale dello yuan cinese, nel tentativo di aumentare la sicurezza delle transazioni finanziarie e ridurre il ruolo del contante nell’offerta di moneta cinese.

Nel frattempo, i regolatori statunitensi stanno ancora discutendo e cercando di trovare un modo per regolamentare la nuova moneta digitale proposta da Facebook. Sembra un eco di sensazioni che ricordano quelle del CEO di Facebook Mark Zuckerberg, quando avanzava preoccupazioni sollevate al congresso nell’aprile 2018.

In quella occasione temeva che un problema delle società di tecnologia statunitense avrebbe dato un vantaggio alla competitività globale in Cina. David Marcus ha commentato: “In futuro tra cinque anni, se non ho una buona risposta, è fondamentalmente il cambiamento della Cina”.

 

L’idea è che il mondo possa essere equipaggiato “con un renminbi digitale in esecuzione sulla sua blockchain controllata”. Un mondo completamente fuori dalle sanzioni statunitensi e protetto, con una nuova valuta digitale di riserva”.

 

Questa lotta per la supremazia nella valuta digitale rappresenta un’altra area di competizione tra Stati Uniti e Cina per dominare la prossima generazione di tecnologie di frontiera. Tuttavia, alcuni critici sostengono che Facebook sta usando la concorrenza con la Cina come proxy per eludere la regolamentazione antitrust e rafforzare la sua posizione di attore dominante nel panorama della tecnologia occidentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *