fbpx

Il frigorifero per cosmetici spopola in Cina

28/06/2019

 

La moda deriva dalla cultura online dei tutorial e blog dedicati al make-up, che spesso mostrano l’utilizzo di frigoriferi appositi

 

 

Diversi da quelli utilizzati per conservare alimenti, verdure e frutta fresca, i frigoriferi appositamente progettati per i prodotti cosmetici sono diventati popolari tra i giovani cinesi, che prestano sempre più attenzione al look.

 

Un tenere di vita migliore ha permesso ai giovani cinesi di dedicare più tempo al proprio aspetto fisico e anche di imparare a truccarsi grazie al web, come i tutorial e i contenuti dei blogger di make-up presenti online.

 

I minuscoli frigoriferi colorati utilizzati da questi blogger per conservare cosmetici come maschere, creme e profumi a una temperatura costante anche nella torrida estate calda, hanno rapidamente guadagnato popolarità tra i giovani.

Sebbene il prezzo di un frigorifero per cosmetici sia molto più alto di quello ordinario, da alcune centinaia a migliaia di Yuan, alcuni giovani sono ancora disposti ad acquistarlo.

Secondo i dati della piattaforma di e-commerce Tmall, la percentuale di nuovi acquirenti è cresciuta al 99,26%. Di questi, il 40% è nato dopo gli anni ’90 e la maggioranza vive in città di secondo livello.

 

Una giovane donna soprannominata Zeng, di Xiamen, nella provincia del Fujian, in Cina orientale, ha detto di aver acquistato un frigorifero per proteggere i suoi cosmetici dal deterioramento dovuto alle alte temperature.

 

Tuttavia, dato che i cosmetici sono testati per resistere a temperatura ambiente, alcuni in rete hanno espresso dubbi sulla necessità di tali articoli come il frigorifero, ritenendoli non necessari.

Deng Jingkun, un esperto di cosmetici a Xiamen, ha affermato che, nella maggior parte dei casi, i cosmetici devono essere conservati secondo le istruzioni riportate sulla confezione, senza la necessità di conservarli in uno speciale frigorifero, anche se le maschere facciali e il gel di aloe vera sarebbero adatti a tale conservazione.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *