fbpx

Si annuncia la mobilità aerea urbana a Shenzhen con gli elicotteri

03/06/2019

 

Nella città il servizio di trasporto pubblico si integrerà a quello aereo

 

 

La pressione di un pulsante per chiamare un elicottero su un tetto, un tempo roba di storie di fantascienza, potrebbe presto diventare una realtà nella metropoli meridionale di Shenzhen. Si prevede che un progetto di mobilità aerea urbana o UAM possa rendere ancora più veloce il polo di innovazione cinese, noto per la sua “velocità”.

 

Il progetto congiunto tra Airbus e Shenzhen Commerce Bureau aggiungerà una nuova dimensione al suo sistema di trasporto urbano.

 

“Comprendiamo il potenziale di Shenzhen, lo spirito innovativo e l’opportunità di creare una soluzione aggiuntiva per la città e per un servizio”, ha affermato Eduardo Dominguez Puerta, vicepresidente senior e responsabile della mobilità urbana di Airbus.

I servizi personalizzati UAM saranno introdotti a Shenzhen entro la fine di quest’anno, diventando così la prima città cinese con elicotteri nel trasporto pubblico urbano. “Airbus sta collaborando a stretto contatto con la Cina per gli elicotteri, vorremmo iniziare a introdurre questo servizio UAM con elicotteri esistenti e parallelamente sviluppare il nuovo decollo e atterraggio verticale elettronico (o eVTOL) e veicoli di nuova generazione”, ha affermato Puerta.

 

Una piattaforma digitale sarà adattata a Shenzhen e al cliente cinese e collegata al sistema di trasporto esistente.

 

La soluzione di trasporto end-to-end senza soluzione di continuità potrebbe combinare qualsiasi tipo di trasporto via terra e mobilità con l’aria. “Spero che potremo dimostrare insieme alla fine di quest’anno che questa non è fantascienza, ma una realtà esistente e un’opzione per gli abitanti a Shenzhen”, ha detto Puerta.

“Sarà molto più un servizio pubblico rispetto al passato, in quanto il prezzo sarà più accettabile e il suo valore come nuova forma di trasporto urbano andrà al di là degli affari”, ha affermato.

La città che ha aperto la strada alla riforma e all’apertura della Cina, Shenzhen, è ora tra i principali punti caldi dell’innovazione a livello mondiale e sede di importanti imprese innovative.

 

È anche una città chiave nella zona della Greater Bay Area in Cina, Guangdong-Hong Kong-Macao.

 

Yang Hong, un funzionario del governo di Shenzhen, ha detto che spingerà Shenzhen alla ribalta globale dei sistemi di trasporto intelligenti. “Guardando gli standard più alti del mondo, Shenzhen si sta impegnando per migliorare il suo ambiente di business rendendolo stabile, equo, trasparente e prevedibile”, ha detto Yang.

Accoglie le imprese globali, incluso Airbus, a svilupparsi a Shenzhen e nella Greater Bay Area. Nel 2018, oltre i 15,5 milioni di veicoli, 250 milioni di persone sono passate attraverso i porti di Shenzhen.

Un’economia robusta e di stretti legami economici con altre città dell’area sta spingendo per creare un sistema di trasporti ancora più veloce, intelligente e rispettoso dell’ambiente.

“Comprendiamo il potenziale di Shenzhen e dell’area”, ha detto Puerta, rilevando che Shenzhen ha 20 milioni di persone con un’età media di 33 anni, “il che significa che le persone sono molto innovative e lungimiranti”.

 

Shenzhen ha una flotta di autobus urbani completamente elettrica. Più di 20.000 veicoli di nuova energia, per lo più taxi elettrici, stanno facendo il giro della città.

 

“Riteniamo che le persone a Shenzhen saranno disposte ad accettare e ad abbracciare questo tipo di soluzioni, che saranno un esempio per la Cina e il mondo”, ha affermato Derek Cheng, responsabile Airbus della Air Mobility Asia-Pacifico. L’ecosistema tecnologico e la gamma di potenziali partner nell’area “rendono questa una grande scelta per lo sviluppo dell’UAM”, ha affermato.

 UAM è una delle soluzioni più popolari al mondo per affrontare la congestione del traffico urbano e l’inquinamento atmosferico. “Airbus ha spinto tutti i suoi sforzi per anni in questo campo innovativo”, ha detto Puerta.

Il gigante aerospaziale europeo ha sviluppato progetti UAM, come la piattaforma digitale B2C Voom, il veicolo verticale di decollo e atterraggio Vahana e il sistema di gestione del traffico aereo che sarà necessario per rendere UAM una realtà.

Airbus ha presentato la Voom in Brasile e in Messico. In oltre 18 mesi, i servizi di elicottero urbano hanno trasportato più di 10.000 persone. “L’UAM non riguarda solo i veicoli, ma richiede infrastrutture e una maggiore capacità di gestione del traffico aereo nonché una una piena integrazione con i mezzi di trasporto nelle città”, ha affermato Puerta.

 

Crede che Airbus sia in grado di proporre un ecosistema completo insieme ai partner per comprendere e incontrare il mercato cinese.

 

“Un’economia dinamica, una domanda in aumento, uno spirito innovativo accanto all’infrastruttura – tutti questi fattori costituiscono la base e ci danno la sicurezza di restare qui”, ha detto Cheng. “L’Asia è un mercato importante per i servizi UAM.

Vediamo che l’ondata di crescita delle infrastrutture e la rapida urbanizzazione in Asia richiederanno nuove soluzioni di mobilità, e riteniamo che l’UAM possa essere un buon complemento”, ha affermato. “Facciamo volare a Shenzhen, in Cina.”

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *