fbpx

Huawei lancia Atlas 900, il cluster più veloce al mondo per l’IA

19/09/2019

 

Il progetto contribuirà nella diffusione dell’intelligenza artificiale  in diversi settori

 

 

Alla conferenza Huawei Connect del 2019, il colosso cinese delle telecomunicazioni ha annunciato il lancio di quello che afferma essere il cluster più veloce per la formazione dell’intelligenza artificiale nel mondo.

La società afferma che il progetto denominato Atlas 900 contribuirà a rendere l’IA più facilmente disponibile per diversi campi della ricerca scientifica e dell’innovazione aziendale.

 

Atlas 900 combina la potenza di migliaia di processori Ascend e impiega solo 59,8 secondi per addestrare ResNet-50 a misurare le prestazioni di addestramento AI. Si tratta di una prestazione 10 secondi più veloce del precedente record mondiale.

 

Offre nuove possibilità a diversi campi della ricerca scientifica e dell’innovazione aziendale, tra cui l’astronomia, le previsioni meteorologiche, la guida autonoma, l’esplorazione petrolifera e altro ancora.

Huawei ha inoltre implementato Atlas 900 su Huawei Cloud come servizio cluster, rendendolo più accessibile ai suoi clienti in diversi settori. Parlando all’evento Huawei Connect, il vicepresidente di Huawei, Ken Hu, ha affermato che il settore dell’informatica rappresenta una straordinaria opportunità per l’azienda.

“Quando la maggior parte delle persone pensa a Huawei, pensa alle connessioni. È vero che negli ultimi 30 anni abbiamo investito senza sosta nella connettività. Dalle reti fisse al wireless, da 2G, 3G e 4G, fino al 5G, abbiamo fatto molti progressi nel settore “.

 

La rinnovata attenzione di Huawei nel settore informatico può essere vista come conseguenza della sua lunga disputa con il governo degli Stati Uniti.

 

Mentre gli Stati Uniti continuano a complicare il coinvolgimento di Huawei nelle implementazioni della rete 5G in Europa, il colosso della tecnologia cinese sembra irremovibile sull’apertura di nuovi canali di entrate attraverso la sua maggiore attenzione all’IA e al computing.

“Il futuro dell’informatica è un enorme mercato del valore di oltre 2 trilioni di dollari. Continueremo a investire con una strategia che si concentra su quattro aree chiave. Spingeremo i confini dell’architettura, investiremo in processori per ogni scenario, manterremo i confini aziendali chiari e costruiremo un ecosistema aperto”, ha detto Hu.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *