Huawei si difende dalla concorrenza creando nuovi chip

10/10/2018

 

Si apre un nuovo fronte nel settore dei semiconduttori e dell’intelligenza artificiale

 

 

L’imponente tecnologia cinese della compagnia Huawei, impegnata nello sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti, sistemi e soluzioni di telecomunicazione, ha appena annunciato l’uscita sul mercato di una nuova serie di chip di intelligenza artificiale da lei prodotti.

 

Si tratta di un’altra mossa dell’azienda nota per la telefonia all’interno della sua più grande spinta per espandersi con la presenza nel settore dei semiconduttori e competere con le altre aziende statunitensi, come Nvidia Corp.

 

Huawei ha dichiarato pubblicamente che uno dei suoi ultimi processori, noto come Ascend 910, vanta una maggiore densità di elaborazione in un singolo chip, rispetto ai suoi competitors, in certe condizioni tale processore è circa il doppio della capacità del modello Nvidia V100.

Ascend 910 è stato già programmato e si prevede entrerà nel mercato entro il secondo trimestre del 2019. Xu Zhijun, presidente attualmente di turno della azienda Huawei, ha dichiarato che la compagnia telefonica non risparmierà gli sforzi per sostenere lo sviluppo dell’IA offrendo tecnologie e soluzioni per supportare tutti gli scenari applicativi.

 

La multinazionale aveva reso noti questa estate i suoi obiettivi di diventare il migliore produttore di smartphone entro il 2019, e le sue scelte sembrano dirigersi in questa direzione.

 

La compagnia ha sorpassato Apple come secondo fornitore mondiale di smartphone nel trimestre di giugno 2018 e prevede spedizioni globali di smartphone che superano i 200 milioni quest’anno, una ripresa dopo un brusco rallentamento lo scorso anno.

Huawei ha spedito più di 95 milioni di smartphone nei primi sei mesi di quest’anno, è anche riuscita a superare i rivali vendendo più telefoni ricchi di funzionalità, stando a quanto riportato dagli analisti. “Non è il caso di diventare i Numero 2 il prossimo anno, nel quarto trimestre dell’anno prossimo è possibile diventare i Numero 1”.

Lo ha detto Richard Yu, CEO del gruppo consumer di Huawei, parlando delle operazioni sugli smartphone. Huawei ha superato Apple secondo i dati dei trackers del settore IHS Markit e Strategy Analytics con una quota di mercato superiore al 15%, in parte dovuta ai guadagni in Cina.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *