fbpx

I big player dell’e-commerce cinese investono nei supermercati

09/06/2017

Negli ultimi anni si è verificata nel mercato dell’e-commerce cinese un’ondata di investimenti nel settore dei supermercati, per iniziativa dei principali protagonisti dell’e-commerce cinese come Alibaba, JD.com e Suning.

Suning

Partiamo dal colosso del commercio elettronico basato a Nanjing: da tempo l’azienda Suning ha attivato una serie di campagne promozionali attraverso vari canali di comunicazione per promuovere il suo Suning Xiaodian, una combinazione di piccoli supermercati fisici e app su mobile.

JD.com

La società JD.com ha invece annunciato un nuovo progetto che prevedeva di aprire 1 milione di supermercati in tutto il territorio nazionale entro i prossimi 5 anni, di cui il 50% nelle zone rurali del paese. Prima dell’annuncio del progetto, nel febbraio di quest’anno, la stessa azienda aveva lanciato un’altra sfida ambiziosa: aprire 10.000 punti vendita specializzati nella vendita di elettrodomestici entro la fine dell’anno corrente. Ricordiamo che nel 2015 JD è entrato a far parte della catena di supermercati cinese – Yonghui – investendo 4,3 miliardi di RMB nell’acquisto delle loro azioni.

Alibaba

Rispetto a Suning e JD.com, il piano di investimento nei supermercati del gigante dell’e-commerce cinese Alibaba risaliva ad un periodo ancor più lontano: verso la fine del 2014, il leader mondiale dell’e-commerce aveva infatti annunciato il progetto di investire 10 miliardi di RMB per realizzare l’apertura di 100.000 nuovi negozi fisici nelle zone periferiche e di campagna. L’anno scorso, a fine febbraio, la piattaforma di distribuzione B2B “LingShouTong” – appartenente al gruppo Alibaba e pensata per facilitare i singoli imprenditori impegnati nel settore dei supermercati nell’acquisto delle merci – aveva comunicato che in quel mese il numero dei negozi commerciali che hanno iniziato a vendere ha superato le 100.000 unità.

Tutto questo grande movimento avviene per una ragione principale: i supermercati rappresentano il principale punto per attirare i consumatori, nel contesto dell’offline. Il secondo motivo è però più interessante: il settore dei supermercati ha mantenuto negli ultimi anni una crescita graduale e costante. Secondo il presidente e co-fondatore della società di investimento cinese – Vision Knight Capital – negli scorsi 12/18 mesi è stato investito l’equivalente di almeno 1 miliardo di dollari nel settore dei supermercati in Cina.

 


Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *