fbpx

I negozi a conduzione familiare cinese cambiano pelle

18/10/2017

In Cina esiste un modello di business assai diffuso, a conduzione familiare, anche chiamati “convenience store”, ovvero i piccoli supermercati di solito aperti ogni giorno e ventiquattr’ore su ventiquattro. In questi negozi, normalmente i lavori vengono suddivisi tra marito, vero tuttofare dell’attività, e la moglie quasi sempre occupata alla cassa. Nonostante l’era del web, questi piccoli negozietti dove è possibile respirare aria di casa,dove i gestori non hanno grandi competenze nelle nel campo di vendita e per la gestione della loro attività fanno affidamento semplicemente al loro istinto, ancora è ben radicata. Ecco quindi l’idea di TMall di aprire delle catene di “mini supermercati” con il proprio logo. Tutto nasce a fine agosto di quest’anno quando LingShouTong, la piattaforma di distribuzione B2B online per aiutare i singoli imprenditori impegnati nel settore dei supermercati  a trovare più facilmente fornitori di merci, ha annunciato che il primo store TMall offline è stato ufficialmente inaugurato a Hangzhou. Obiettivo del colosso dell’e-commerce cinese è  entro la fine dell’anno di aprire fino a diecimila unità. Si tratta di un altro progetto innovativo di Alibaba basato sul concetto di New Retail, dopo il lancio dei supermercati Hema.

 

Quali le caratteristiche?

Vicinanza alle abitazioni e tecnologia saranno le punte di diamante di questi nuovi mini store. I futuri punti vendita di TMall dovranno trovarsi a una distanza di 100-500 metri dall’abitazione dei residenti. Il vero asso calato dal gruppo da Jack Ma è che a differenza dello shopping online, le offerte di ogni mini-supermercato saranno individuate attraverso alcuni dati specifici sui consumatori raccolti sul cloud di Taobao. In poche parole, ogni shop di TMall sarà costruito su misura in base alle caratteristiche dei consumatori che vivono in una determinata area specifica. Ad esempio, se nel vicinato ci sono cento animali domestici, la proposta per i titolari del negozio sarà quello di vendere i prodotti per animali da compagnia. Se invece nel vicinato ci sono molti bambini, allora la proposta sarà quella di vendere i pannolini per neonati. Facile quindi supporre che in ogni mini-supermercato TMall ci sarà uno scaffale esclusivo riservato per vendere gli alimenti più richiesti su TMall. La parte innovativa di questi nuovi punti vendita sarà la digitalizzazione di ogni singolo prodotto attraverso gli appositi codici a barre. Tutti i dati relativi ai prodotti e alle transazioni di questo saranno accuratamente registrati in un sistema background, facilmente accessibili sia da PC o semplicemente attraverso l’App installato su un dispositivo mobile. Si potrà controllare la vendita giornaliera e la disponibilità dei prodotti in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Tutte le operazioni che prima erano difficili da gestire, ora diventeranno molto più semplici, così come lo sarà per il rifornimento delle merci. Basterà infatti accedere al sistema di background, il quale elaborerà i dati raccolti e suggerirà una probabile lista dei prodotti più venduti. L’adesione con la piattaforma LingShouTong, permette inoltre poi di acquistare le merci comodamente stando nel negozio, senza più dover andare personalmente da ogni singolo fornitore. La prima bottega tradizionale a conduzione familiare che ha ricevuto l’offerta da parte di TMall per diventare uno dei futuri  mini-supermercato autorizzati è stato il negozio Weijun Supermarket, il cui titolare ha affermato che dopo la ristrutturazione del suo stabile, le vendite sono salite del 45%, il flusso dei consumatori incrementato del 26%, e si stima un profitto lordo di circa cinquanta mila euro.In futuro, i mini-supermercati autorizzati da TMall si connetteranno all’intero ecosistema del gruppo Alibaba come Ali-Health, Feizhu, Nongcun Taobao(Taobao per zone rurali), Cainiao e Alimama, facendo diventare i mini-supermercati un vero e proprio centro di riferimento per la comunità di zona.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *