fbpx

Ikea, svolta green: le consegne a Shanghai avvengono con veicoli elettrici

13/06/2019

 

La società prevede di decarbonizzare completamente la propria flotta di consegna a New York, Los Angeles, Parigi, Amsterdam e Shanghai entro il 2020

 

 

Ingka Group – la società madre di Ikea –nel 2018 si è impegnata in un progetto audace: entro il 2025, la società consegnerà ogni oggetto in tutto il mondo con un veicolo elettrico. Il progetto, nobile ma impegnativo, è iniziato con un obiettivo a più stretto raggio, cercando di realizzare il passaggio completo ai veicoli elettrici in cinque città – New York, Los Angeles, Parigi, Amsterdam e Shanghai – entro il 2020.

Dal 23 gennaio scorso, però, Ingka ha già raggiunto quell’obiettivo a Shanghai. La società ha infatti annunciato che nel centro della città cinese, tutte le consegne a domicilio sono ora effettuate con veicoli elettrici.

“Volevamo sfidare noi stessi e gli altri, e Shanghai è una delle più grandi città del mondo”, afferma Angela Hultberg, che supervisiona la mobilità sostenibile presso il Gruppo Ingka. “Una città che lotta contro l’inquinamento atmosferico, lo stesso problema che stiamo cercando di affrontare. Un posto perfetto per iniziare”.

 

 

Per Ikea sarà importante stringere partnership locali

 

 

Per arrivare a questo punto, Ikea ha seguito il suo piano per costruire partenariati locali per reperire veicoli e sufficienti infrastrutture di ricarica. A Shanghai, infatti, Ikea collabora con una società di magazzinaggio e distribuzione locale, la Beiye New Brother Logistics Co., “che è stata disposta a cambiare insieme a noi” afferma Hultberg.

Una parte importante di questo cambiamento è derivata in realtà dalla partnership con DST, una società con sede a Shenzen che affitta veicoli elettrici e furgoni. La DST gestisce oltre 16.000 veicoli logistici e ha migliaia di stazioni di ricarica nelle principali città come Shanghai. New Brother, il partner logistico di Ikea in Cina, ha acquistato anche una manciata di camion elettrici per le consegne.

 

 

Ikea sta anche cercando di cambiare il comportamento dei clienti per incoraggiare il trasporto a basse emissioni

 

 

A Shanghai, afferma Hultberg, l’accesso alla flotta condivisa di DST “ci ha permesso di cambiare i veicoli più velocemente”. Ma Ikea lavora per raggiungere consegne a emissioni zero al 100% anche in altre città, come New York, che non hanno ancora un solida rete di condivisione degli EV. Qui, ovviamente, la consegna di auto e camion sarà cruciale, ma Ikea sta anche esplorando alcune possibilità di consegne con una bicicletta da carico elettrica o triciclo.

Durante questo processo, Ikea sta anche cercando di cambiare il comportamento dei clienti per incoraggiare il trasporto a basse emissioni. Parte della strategia di espansione dell’azienda sarà quella di collocare i negozi più piccoli nei nuclei urbani, piuttosto che localizzare enormi negozi ai margini, per incoraggiare i clienti a raggiungerli attraverso il transito, a piedi o in bicicletta.

A Shanghai, un nuovo negozio Ikea, in programma di aprire nel 2020, si collegherà direttamente con il sistema metropolitano della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *