fbpx

Il brand di pannolini Moony in collaborazione con Tmall

11/01/2018

 

Una strategia che parte nei centri commerciali cinesi e strizza l’occhio alle giovani neomamme facendo attenzione alle loro necessità

 

Il produttore giapponese di pannolini premium Moony ha dichiarato la collaborazione già avviata con Tmall, il celebre sito di shopping B2C di Alibaba, offrendo alle madri un’opportunità di shopping in un centro commerciale di Hangzhou, una capitale ad Est della Cina; in uno spazio rilassante e ad alta tecnologia, con spazi in cui possono allattare i loro bambini.

Una sala del West Intime Shopping Mall di Hangzhou City sarà sottoposta a lavori di ristrutturazione questo mese e, già entro la fine di febbraio, nuova e migliorata, sarà a disposizione del pubblico. Per rendere i luoghi pubblici più adatti ai bambini, Tmall ha collaborato con marchi internazionali modernizzando le camere per l’allattamento, inserendo l’ultima tecnologia in fatto di vendita al dettaglio, di proprietà di Alibaba. Le strutture sono dotate di un altoparlante intelligente, un assistente vocale, chiamato Tmall Genie, che controlla tende, musica ed illuminazione, nonché altri dispositivi collegati alla stanza, come miscelatori di latte artificiale e umidificatori e purificatori d’aria. Tra le altre funzioni c’è “Cloud Shelf“, uno schermo digitale che consente ai clienti di navigare e acquistare virtualmente prodotti, oltre a distributori automatici che offrono confezioni ridotte di alcuni prodotti, come latte in polvere, pannolini e fazzoletti, per evitare che i genitori si carichino di pesi eccessivi durante la visita al centro commerciale.

Gli asili nido sono anche stati incanalati in piattaforme che possono essere utilizzate dalle aziende per comunicare messaggi di promozione di marchi per l’infanzia e attirare nuovi clienti. Moony è stato il primo marchio di pannolini ad aderire all’iniziativa di co-branded delle Smart Nursery, unendosi ai brand Wyeth, Mead Johnson, Frisco, Danone e Abbott.

“I bambini hanno bisogno di pannolini di dimensioni diverse man mano che crescono. Così, nella nostra Smart Nursery, i consumatori possono trovare i pannolini che soddisfano al meglio le loro esigenze in tutte le fasi della crescita. Attraverso questo progetto mettiamo i bambini al primo posto. Non si tratta solo dei prodotti. Vogliamo offrire informazione utile alla crescita dei bambini.”, ha dichiarato Yasuaki Aoyama, business manager transfrontaliero di Moony.

Il progetto Smart Nurseries vuole risolvere le esigenze di Wyeth in una situazione molto specifica e aiuta la società ad attirare nuovi clienti, è quello che ha dichiarato il direttore dello sviluppo clienti per la Cina Yi Yuan. “Tmall è sempre stato un terreno privilegiato per per noi, e siamo più che disposti ad esplorare un nuovo retail con loro. Per i brand, non c’è conflitto tra online e offline. Dove sono i consumatori? È lì che dovremmo andare”, ha detto Yuan.

Nel novembre dello scorso anno, Tmall aveva rivelato la sua prima Smart Nursey in un centro commerciale Intime a Pechino. La catena di grandi magazzini sostenuta da Alibaba ha dichiarato di voler estendere il modello a tutte le sue 51 proprietà nazionali. Attualmente gestisce sei nursey intelligenti in città di alto livello tra cui Pechino e Shanghai; dichiarando che prevede di aprirne 1.000 in tutto il paese nei prossimi due anni, espandendo il modello dai centri commerciali come Intime, ad altri luoghi pubblici come supermercati, hotel, aeroporti o stazioni ferroviarie.

In futuro, introdurrà la tecnologia di riconoscimento facciale e vantaggi esclusivi per i membri, ha dichiarato Alvin Liu, direttore generale della divisione Import ed Export di Tmall.

Un rapporto del 2016 pubblicato da Ipsos ha indicato una crescita significativa del numero di nuove madri “post-90”. Quelle nate dopo gli anni ’90 costituiscono la maggioranza delle nuove madri cinesi, al 46%, seguite da madri nate tra il 1985 e il 1989, al 41%.

“Gli utenti [Tmall] stanno diventando più giovani. I nostri dati mostrano che il sessanta per cento dei clienti-mamme di neonati, sono nati dopo il 1990. La qualità della vita è importante per questi nuovi utenti”, ha detto Liu, aggiungendo che l’iniziativa Smart Nursery spera di aumentare la consapevolezza e contribuire a migliorare l’esperienza delle madri, che spesso si trovano in situazioni che non riescono a gestire, come allattare al seno in aree pubbliche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *