fbpx

Il sales chief di Huawei smartphone in Cina è stato arrestato per accuse di corruzione

27/12/2017

 

Teng Hongfei, direttore delle vendite del gruppo Huawei in Cina, preso in custodia dagli agenti della sicurezza pubblica

 

 

 

Un alto dirigente delle vendite di Huawei Technologies è stato arrestato per sospetta “corruzione da parte di personale non statale”, ha dichiarato la società con sede a Shenzhen in un comunicato mercoledì.

 

Teng Hongfei, a capo del business delle vendite di Huawei in Cina, è stato preso in custodia da agenti della sicurezza pubblica, secondo la dichiarazione, aggiungendo che ulteriori informazioni sarebbero state divulgate solo dalla polizia.

 

“Huawei ha costantemente spinto per pratiche commerciali etiche e ha tolleranza zero per la corruzione interna”, ha detto la società in una nota.

 

Il business consumer di Huawei, che ha registrato un aumento del 44% rispetto all’anno precedente con 179,8 miliardi di yuan (27,5 miliardi di dollari) lo scorso anno, include vendite di smartphone, tablet e laptop, oltre a prodotti domestici di elettronica di consumo, come i router.

 

All’inizio del 2017, Teng ha ricevuto il premio “Whiz Kids”, che riconosce 10 manager interni promettenti e di successo all’interno di Huawei, considerato la più alta onorificenza della direzione dell’azienda.

Le informazioni sulla pagina di LinkedIn di Teng dicono che è entrato a far parte di Huawei come vicepresidente esecutivo del gruppo aziendale consumer della società in Cina nel giugno 2014, dopo 10 anni di esperienza lavorativa presso la rivale Nokia e due anni presso Samsung Electronics.

 

Il settore consumer è uno dei segmenti in più rapida espansione tra i tre gruppi aziendali di Huawei, che includono anche reti di imprese ed imprese.

 

Nel terzo trimestre di quest’anno, Huawei ha mantenuto la leadership nelle vendite di smartphone in Cina distribuendo 22,3 milioni di unità per una quota di mercato del 19,4%, secondo i dati diffusi a novembre dalla società di ricerche di settore IDC.

 

A livello globale, Huawei è il terzo produttore di smartphone dietro Samsung e pari ad Apple. Il brand ha abbandonato i prodotti meno costosi per concentrarsi sugli smartphone con un prezzo superiore a $ 500.

Huawei ha annunciato all’inizio di questo mese che sarà destinata al mercato statunitense il prossimo anno, con l’intenzione di vendere i suoi modelli Mate 10 di punta.

In un altro caso legale di Huawei nel gennaio di quest’anno, sei ex dipendenti dell’azienda sono stati arrestati per aver divulgato segreti commerciali ai loro nuovi datori di lavoro, Coolpad e LeEco, rivali di Huawei nel mercato degli smartphone.

La società ha adottato varie misure nel corso degli anni, mettendo in atto una rigidissima campagna anti corruzione, tra cui l’introduzione di giuramenti da parte dei dipendenti per indicare la loro integrità e lealtà nei confronti dell’azienda.

Nel 2014, Huawei ha accusato 116 dipendenti di corruzione ed è riuscita a recuperare 370 milioni di yuan di fondi sottratti. I media cinesi hanno riferito che la società ha distribuito i 370 milioni di yuan tra gli altri dipendenti come bonus per il rispetto della legge.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *