fbpx

Inke, $ 85 milioni per l’app social di Jimu

15/07/2019

 

Inke, con sede a Pechino, ha annunciato che si prevede una perdita di 60 milioni di CNY ($ 8,7 milioni) per il primo semestre

 

 

Scoprire nuovi social media è sempre più difficile, specialmente negli ultimi periodi dove questi si rivolgono a gruppi specifici. Ed è questa la ragione che probabilmente ha interessato la società di streaming mobile cinese Inke, che ha deciso di acquisire l’app social di Jimu per $ 85 milioni, espandendo così le sue offerte di intrattenimento per i giovani.

L’accordo prevede che Jimu continuerà a funzionare in modo indipendente con la sua forza lavoro esistente. Inke, con sede a Pechino, ha anche annunciato che si prevede una perdita di 60 milioni di CNY ($ 8,7 milioni) per il primo semestre.

 

 

L’aumento dei costi di ricerca e sviluppo porterà probabilmente a una perdita nel primo semestre

 

 

Come già accennato, l’obiettivo di Inke con questa operazione è quello di raggiungere meglio i giovani e Jimu è un’app sociale incentrata proprio sulla gioventù per gli utenti che amano l’arte, la moda e la musica. Ha 12 milioni di utenti, sebbene non faccia ancora pubblicità, molti dei quali provengono da città di primo e secondo livello e sono nati dopo il 1995. La società ha raccolto 10 milioni di CNY (circa $ 1,5 milioni) nel finanziamento del B-around il mese scorso, guidato da Sequoia Capital.

Inke ha anche previsto che nella prima metà dell’acquisto di Jimu, l’aumento dei costi di ricerca e sviluppo porterà probabilmente a una perdita di profitti. L’anno scorso ha guadagnato $ 86,7 milioni in entrate nette rettificate, con ricavi per 3,9 miliardi di yuan ($ 562 milioni).

 

 

Inke ha ampliato i suoi nuovi sviluppi di prodotto quest’anno

 

 

Tra le principali spese sostenute dall’azienda ci sono quelle per tenere il passo con il rapido sviluppo delle reti di quinta generazione, l’intelligenza artificiale e altre tecnologie d’avanguardia. L’obiettivo è fornire applicazioni di intrattenimento interattivo e offrire un’esperienza più ampia.

Inke ha ampliato i suoi nuovi sviluppi di prodotto quest’anno e la sua app per voce anonima Bujiu ha attirato molti utenti tra i 19 ei 24 anni. Ha inoltre creato Laoyou per indirizzare segmenti di mezza età e senior, che rimangono un mercato in gran parte inespresso nell’Internet mobile della Cina settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *