fbpx

Innovazione tecnologica, la Cina chiede cooperazione internazionale

09/03/2018

L’idea parte da Wang Min, vicepresidente esecutivo di SGCC

 

 

Una cooperazione internazionale per il miglioramento dell’affidabilità e l’efficienza della rete elettrica. Una richiesta diretta e concreta, quella che è stata portata avanti da un alto dirigente della State Grid Corporation of China (SGCC).

Wang Min, vicepresidente esecutivo di SGCC, ha portato avanti questa idea durante l’annuale conferenza sull’energia CERAWeek – incontro con relatori di spicco del settore energetico, tecnologico e finanziario, che quest’anno ha attirato oltre 3.000 ospiti provenienti da oltre 50 paesi e regioni – organizzata dalla business company IHS Markit a Houston, in Texas.  “Incoraggiare la cooperazione internazionale o il lavoro di squadra creativo, è un modo per fare un passo avanti nel campo di cui ci occupiamo. In questo modo i ricercatori possano condividere idee e scambi informazione”, ha ribadito Wang Min.

 

 

SGCC da tempo collabora con ABB, una società multinazionale con sede a Zurigo

 

 

SGCC, in Cina, è responsabile della costruzione e gestione di reti elettriche con la missione di fornire un’alimentazione elettrica più sicura, pulita, economica e sostenibile, che è cruciale per la sicurezza energetica e la linea di vita economica della Cina.

Per quel che riguarda la cooperazione, Wang ha precisato che SGCC da tempo collabora con ABB, una società multinazionale con sede a Zurigo, che viene vista come un leader tecnologico all’avanguardia nei prodotti di elettrificazione e reti elettriche ed un partner a lungo termine della società cinese.

Claudio Facchin, a capo della divisione Power Grids di ABB, ha confermato che il grande mercato cinese richiede continua innovazione. “La tecnologia che abbiamo sviluppato in Cina, insieme a State Grid (Corporation of China), viene ora distribuita in altri paesi”, ha detto Facchin.
ABB è stata coinvolta nello sviluppo della rete elettrica della Cina per molti anni. “Ogni tre anni circa, la rete elettrica avanza a un nuovo livello in Cina”, ha precisato Facchin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *