fbpx

Jack Ma approda sui grandi schermi ed indossa gli abiti del maestro di Tai Chi

02/11/2017

Da imprenditore multimiliardario ad attore: il sogno di Jack Ma diventa realtà

Il 28 ottobre Jack Ma ha pubblicato sulla sua pagina Sina Weibo il poster di un film intitolato “守道”, Gong Shou Dao, accompagnato dalla frase “那一夜,那一梦” (traduzione: quella notte e quel sogno). Il film rappresenta per l’imprenditore cinese la realizzazione di un sogno. Guardando con attenzione la locandina, ci accorgeremo che in mezzo a una serie di personaggi c’è proprio lui, Jack Ma, il founder e CEO del colosso dell’e-commerce Alibaba. Siamo già stati abituati a vedere Jack Ma esibirsi nelle più svariate performance, dal cantare la sigla del ‘Re Leone’ davanti ai suoi dipendenti, alla danza in perfetto stile Michael Jackson durante le ultime celebrazioni dell’anniversario di Alibaba.

Ma con questo film, Jack Ma realizza un desiderio che cova sin da bambino: interpretare e diventare un maestro di Tai Chi. “守道”, Gong Shou Dao, è infatti un cortometraggio sull’arte marziale più famosa in Cina, praticata dallo stesso imprenditore da molti anni, e che rappresenta per lui non solo una disciplina ma una vera e propria passione. Il film vede come protagonisti accanto a Ma attori importanti nella scena dell’entertainment del Dragone, come Wu Jing e famosi atleti di arti marziali di Hong Kong del calibro di Donnie Yen, Sammo Hung e Jet Li, oltre al campione di box cinese Zou Shiming. Secondo quanto affermato dallo stesso produttore Jet Li, il film ha l’obiettivo di elogiare i benefici del Tai Chi per la salute, ma anche esaltare la cultura cinese e trasmettere la ferma convinzione in essa. “Ciò che il film vuole esprimere”, continua Jet Li, “è che il kungfu in Cina non è una disciplina di attacco ma di difesa, specialmente della casa, come nella tradizione”. Originariamente infatti il titolo del film doveva essere “攻守道”, e cioè ‘l’arte dell’attacco e della difesa’, espressione in linea con il principio yin-yang proprio del taichi. Ma fu lo stesso Jack Ma a proporre un cambiamento, facendo sostituire ‘’, attacco, con ‘’, diventando quindi ‘l’arte di difesa attraverso il kungfu’, che rispecchia completamente il vero significato delle arti marziali (per chiarezza dobbiamo dire che entrambi i caratteri hanno stessa pronuncia, gong, ma diverso significato).

Come molti sanno, i prodotti cinematografici cinesi fanno appello alla cultura tradizionale quanto all’esaltazione della patria. Passando in rassegna i principali titoli prodotti storicamente in Cina, questi sono sempre legati a epopee storiche legate alla tradizione millenaria. Una tradizione che unisce e che continua, specie se pensiamo all’ultimo grande successo nei botteghini al di là della Grande Muraglia, ossia Wolf Warrior 2, uscito nell’estate 2017. Il film è il sequel di un blockbuster uscito nel 2015, e narra le avventure di un soldato cinese mandato in missione nel mondo per difendere e salvare connazionali in pericolo. In Wolf Warrior 2 il protagonista, interpretato da Wu Jing, si trova in Africa per salvare dei connazionali impegnati negli aiuti umanitari, coinvolti in una guerra civile (il film è ad oggi il maggior successo cinematografico della storia cinese, con oltre 5 miliardi e mezzo di dollari al box office). Il connubio tra avventura e nazionalismo rimane dunque una formula vincente, e non sorprende che Jack Ma, già per molti un eroe moderno, abbia scelto di puntare su queste carte per il debutto sul grande schermo.  

 Geniale trovata commerciale o realizzazione di un sogno?

Non c’è dubbio quindi che il film sia un elogio da parte di Jack Ma della disciplina da lui tanto amata e praticata da molti anni, con un forte riferimento alla cultura del Paese di Mezzo. Ma non sono pochi a pensare che il film sia anche una trovata pubblicitaria per l’evento dell’anno da molti atteso, l’Alibaba 11.11 Global Shopping Festival, per promuovere le vendite nella giornata più importante per lo shopping e-commerce, il Singles day dell’11 novembre. Non a caso infatti, il film uscirà proprio nello stesso giorno e si prevede verrà anche riprodotto durante l’evento. Alibaba ha negato qualsiasi connessione tra il film e l’evento e-commerce, ma i dubbi di molti rimangono. Quello che è certo è che anche quest’anno ci saranno numerose sorprese e colpi di scena e molti sono in attesa di scoprire cosa avrà in serbo l’imprenditore cinese. Quindi Jack Ma, a lei la prossima mossa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *